Trentino Digitale: condiviso l’accordo sindacale tra la Società e le Rappresentanze Sindacali per il Premio di Risultato 2020

Ritirato lo sciopero previsto per lunedì 29 giugno
Con riferimento allo sciopero di 8 ore indetto da FIM-CISL e FIOM-CGIL lo scorso 23 giugno, su sollecitazione di Provincia è stata riaperta la trattativa tra le parti. Dopo due giornate di confronto costruttivo tra la Società e le Rappresentanze Sindacali è stato raggiunto in data odierna l’accordo sindacale che disciplina i criteri per l’erogazione del Premio di Risultato a favore dei lavoratori di Trentino Digitale per l’anno 2020. Vista anche la prossima scadenza dei termini, sono stati riproposti i criteri adottati lo scorso anno, opportunamente aggiornati agli indicatori tecnici ed economici programmati dalla Società per l’esercizio in corso, tanto anche a seguito del riconoscimento della straordinarietà dell’anno dettata dall’emergenza sanitaria Covid19.

Le parti si sono impegnate reciprocamente a rivede i criteri da adottare per il Premio di risultato 2021, già a partire dal prossimo mese di ottobre, in concomitanza alla definizione del nuovo budget aziendale 2021; l’orientamento comune è di addivenire, nell’ambito di un nuovo modello proposto dalla Società, a obiettivi condivisi più flessibili e orientati ad avviare il nuovo ciclo di sviluppo che la Società dovrà perseguire a seguito delle indicazioni e degli obiettivi del Piano Industriale. Particolare attenzione è stata inoltre posta al tema dello Smart Working che sarà oggetto di prossimi incontri tra le Parti.
La positiva conclusione della trattativa con le Rappresentanze Sindacali, ha tenuto conto anche delle esigenze contingenti, senza peraltro perdere di vista le prospettive di innovazione e sviluppo che saranno conseguenti alla conclusione del nuovo Piano Industriale. In questo senso si motiva la proposta fatta dalla Società e accolta dalle OO.SS. di negoziare quanto prima un nuovo modello di indicatori per il PdR 2021.
La Società auspica che il lavoro di tutti possa riprendere in un contesto favorevole di reciproca fiducia.

Torna all'inizio