Politiche del lavoro: incontro oggi fra l'assessore Spinelli e le rappresentanze sindacali

Allo studio la possibilità di aumentare lo stanziamento in favore di Agenzia del Lavoro pur nella consapevolezza dei vincoli di Bilancio
"Valuteremo la possibilità di aumentare in una certa misura lo stanziamento in favore di Agenzia del Lavoro pur nella consapevolezza dei margini molto stretti del Bilancio provinciale 2020. Ribadiamo al tempo stesso che l'attenzione rivolta dalla Giunta provinciale alle politiche del lavoro è massima, in caso contrario non avremmo neanche immaginato di porre mano alla stesura di un nuovo Piano provinciale del lavoro": Così l'assessore provinciale allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli, in margine all'incontro svoltosi oggi con le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil, alla presenza anche della responsabile di Agenzia del Lavoro Laura Pedron, al dirigente generale Claudio Moser e di alcuni consiglieri provinciali che hanno accettato l’invito dei sindacati. Il momento di confronto ha toccato i contenuti della norma della manovra finanziaria in discussione in Consiglio e le loro possibili ricadute in particolare sui alcune misure in capo all'Agenzia, come la staffetta generazionale e il Real-Reddito di attivazione, strumento di sostegno al reddito e di incentivazione alla ricerca di un nuovo lavoro a beneficio dei disoccupati.

"Anch’io devo constatare un calo di risorse disponibili - ha detto l'assessore - che vale per questo momento specifico ma che confido possa modificarsi in futuro. In sede di assestamento di Bilancio alcune delle misure sospese potranno ripartire, con le opportune novità che stiamo introducendo nel nuovo Piano provinciale. Abbiamo valutato che la staffetta generazionale così come concepita in passato, era uno strumento troppo oneroso e che stava evolvendo in maniera incontrollata. 

"Su alcune misure - ha ribadito l'assessore - lo stop imposto dalle ristrettezze del  Bilancio è temporaneo. In sede di assestamento verranno modificate. Nel frattempo, però, siamo disponibili a valutare la possibilità di recuperare ancora alcune risorse da destinare all'Agenzia del Lavoro. I margini di operatività sono stretti ma proveremo comunque ad esplorarli".

Torna all'inizio