Pastificio Felicetti e “La Sportiva”: la visita della Giunta a due eccellenze trentine

Una importante storia famigliare, un solido rapporto con il territorio, con le sue vocazioni ed eccellenze, l’attenzione alle risorse umane ma anche all’innovazione tecnologica, la scelta della qualità, la propensione a lavorare con mercati esteri, la possibilità di crescere: hanno molto in comune il Pastificio Felicetti di Predazzo e “La Sportiva” di Ziano di Fiemme, che produce calzature e abbigliamento tecnico per la montagna, le due aziende visitate ieri dalla Giunta provinciale in val di Fiemme a margine della riunione che si è tenuta a Cavalese. “Queste aziende – ha detto il presidente Maurizio Fugatti – sono un bell’esempio di imprese trentine radicate nelle loro comunità, in grado, partendo da una storia che abbraccia più generazioni, di competere nel mercato internazionale puntando su dinamismo ed eccellenza del prodotto”.

Persone, Acqua, Storia, Territorio, Aria: quali siano i loro punti di riferimento lo hanno scritto a chiare lettere all’esterno del Pastificio Felicetti, a Predazzo, azienda nata nel 1908 e che oggi ha in progetto, con il sostegno di Provincia e Trentino Sviluppo, con i quali ha siglato un’intesa nel 2017, di realizzare un nuovo stabilimento produttivo a Molina di Fiemme. La visita ha offerto l’occasione per vedere come, partendo dall’acqua delle nostre montagne e dalla semola, e potendo contare anche su una risorsa come l’aria, si possano realizzare ogni anno 22mila tonnellate di pasta, pari a 250milioni di porzioni.

“ La sportiva” invece opera da oltre 90 anni ed oggi è leader nella produzione di calzature e abbigliamento per l’outdoor. I suoi prodotti sono distribuiti in più di 70 paesi al mondo. Nel suo stabilimento di Ziano di Fiemme, in grado di realizzare 3000 paia di scarpe al giorno grazie a tanta manualità ma anche all’apporto di macchinari, lavorano moltissimi giovani, l’età media del personale è di 30 anni, con una presenza femminile del 70%.

“E’ anche grazie all’attività di imprese come queste – ha aggiunto Fugatti – se il nome del Trentino nel mondo è sinonimo di cose fatte con cura”.

Oltre al presidente Fugatti hanno partecipato alle visite aziendali gli assessori Tonina, Spinelli, Failoni e Bisesti, con i consiglieri provinciali Degodenz e Cavada.

Torna all'inizio