La formazione duale ponte tra scuola e lavoro

Il convegno di Eusalp e Euregio sull’apprendistato. Fugatti: strumento per far incontrare lavoratori e aziende. Bisesti: i formatori centrali per il successo del progetto
Un confronto sulla formazione duale nei territori dell'Eusalp e in particolare in quelli che formano l'Euregio è stato al centro della giornata di confronto che si è tenuta a giovedì 11 novembre alla Fondazione Edmund Mach a San Michele all’Adige. A organizzare l'evento, che si è articolato in due sessioni, una mattutina e una pomeridiana, sono stati l’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino in collaborazione con il Dipartimento Società e Lavoro del Land Tirolo, l’Ausbilderforum, il Dipartimento Istruzione e Cultura della Provincia autonoma di Trento, la Fondazione Edmund Mach ed il Gruppo di Azione 3 di Eusalp.
Il convegno si intitola "Formazione duale nella Macroregione alpina Eusalp e in particolare nei territori dell‘EUREGIO Tirolo-Alto Adige-Trentino: formare i formatori come best practice per una formazione aziendale di alta qualità" e ha visto la presentazione di esperienze pratiche e di formazione da alcuni dei territori che aderiscono all’Eusalp e all’Euregio.
La Provincia autonoma di Trento, dalla costituzione della Macroregione alpina Eusalp, detiene il coordinamento del Gruppo di Azione 3 (AG 3) che si occupa di formazione nei settori strategici e di mercato del lavoro. L’AG 3, attraverso il proprio Work Plan 2020 – 2022 - redatto ed approvato dal gruppo e condiviso con la Presidenza francese di EUSALP e con l’Executive Board - definisce le attività e le progettualità che intende svolgere nell’arco temporale del progetto, armonizzandole con il lavoro di tutti i 9 Gruppi di Azione a supporto di Eusalp.

L'assessore provinciale assessore all’istruzione, Università e cultura della Provincia autonoma di Trento Mirko Bisesti sottolinea come "il supporto alla formazione duale passa da due elementi. Il primo: lo scambio continuo di esperienze e questa è una necessità cui tentiamo di rispondere ricorrendo ad esempio ad un modello europeo di “Esperienza duale”. Il secondo: la possibilità degli ordinamenti di comunicare tra loro e quindi dalla riconoscibilità dei titoli. Quindi è importante il fatto che la Provincia autonoma di Trento discuta di queste tematiche nel contesto di due realtà sovranazionali cui partecipa: la Macroregione alpina Eusalp e il Gect Euregio. Si tratta di un approccio che permette di passare dal generale al particolare, su di un tema vitale per la formazione giovanile. E' infine alta l’attenzione di questo assessorato verso le esperienze di formazione duale, in cui il tema della preparazione dei formatori è centrale per assicurare che l’esperienza di formazione duale sia esperienza efficace”.
Per il presidente della Provincia autonoma di Trento e dell’Euregio, Maurizio Fugatti, “i territori del Tirolo, del Sudtirolo e del Trentino credono fortemente in questo strumento di formazione, nell’ottica di collegamento del mondo del lavoro con il mondo scolastico. Questo elemento diventa sempre più centrale soprattutto in questa fase in cui c’è una forte ricerca di professionalità legate al mercato del lavoro, di professionalità tecniche, che conoscano fin dall’inizio la parte teorica ma anche la parte pratica del mondo del lavoro. In questa fase, in cui vi è una forte crescita economica, nei territori dell’Euregio ma anche a livello italiano ed europeo, crediamo che iniziative, come questa, che servono a diffondere la formazione duale possano rappresentare un’ottima occasione per i giovani che intendono coltivarle e partecipare ad esse”.
Il dirigente del Centro Istruzione e Formazione FEM, professor Manuel Penasa, ha descritto le peculiarità del percorso duale che la Fondazione Mach rivolge agli studenti del IV anno dell’ Istruzione e Formazione Professionale dall'anno scolastico e formativo 2017/ 2018. "L’ approccio operativo all'acquisizione delle competenze, supportato da significative esperienze presso le aziende del territorio - ha evidenziato - si è confermato contributo essenziale al successo formativo e ha permesso agli oltre 30 studenti che ad oggi hanno conseguito il diploma di imprenditore agricolo, un inserimento più agile nel mondo del lavoro. I risultati ottenuti dimostrano che molti ragazzi recuperano proprio attraverso le esperienze lavorative la motivazione per l'apprendimento dei concetti teorici e tecnici".

I numeri della formazione duale per il Trentino hanno confermato la capacità del sistema di superare anche la crisi dovuta al Covid. Nell’anno formativo 2020/2021, come ha illustrato Cristina Ioriatti, Dirigente del Servizio formazione professionale, formazione terziaria e funzioni di Sistema della Provincia autonoma di Trento, i percorsi di apprendistato duale avviati sono stati 53, di cui 41 per il diploma professionale, 5 per la qualifica professionale e 7 per il diploma di istruzione tecnica, numeri che sono superiori, ad esempio, a un anno come il 2017/2018 in cui erano stati 45 i percorsi avviati. Dall’anno formativo 2016/2017 al 2021/2022 (in cui si registrano 51 percorsi avviati) il totlae dei percorsi avviati è stato pari a 315 in Trentino.
Altri dati interessanti, anche se meno aggiornati, riguardano l’esito dell’apprendistato duale per chi lo segue: se si considerano gli esiti a conclusione dell’apprendistato duale del biennio 2016/17 e 2017/2018 su 41 studenti che hanno concluso il percorso, ben 24 sono stati assunti, oltre il 50% del totale, di cui 14 nella stessa impresa in cui hanno svolto il percorso di apprendistato duale e 10 in un’altra impresa.
Infine, si segnala una crescita nel periodo 2016-2019 del numero di aziende che hanno sottoscritto contratti di apprendistato duale: erano 18 nell’anno formativo 2016/2017 sono diventate 47 nell’anno formativo 2018/2019. Una dozzina le istituzioni formative che attivano percorsi di apprendistato duale.(ac)

Il sauto del presidente Fugatti al convegno: 

" >
 

Fonte: Ufficio Stampa

Versione Stampabile

Il saluto del presidente della Provincia di Trento e della Regione Trentino Alto Adige Maurizio Fugatti al convegno sulla formazione duale
Torna all'inizio