Job Digital Meeting, Spinelli incoraggia gli studenti del Marconi

L’assessore: “Importante unire formazione e digitalizzazione, la Provincia vi sostiene”
“L’incrocio tra formazione e digitalizzazione che in questo evento è ben rappresentato, è uno dei temi che in queste settimane professori universitari, imprenditori, giornalisti e rappresentanti dei lavoratori e delle categorie economiche che si stanno confrontando agli Stati generali del lavoro stanno mettendo al centro dell'attenzione, in una serie di incontri che abbiamo deciso di intraprendere come Provincia per capire quali strategie adottare per rilanciare l’economia trentina dopo la pandemia. È importante quindi puntare, come fa la vostra scuola, su una formazione che non sia solo in aula, ma anche direttamente sulle macchine e i computer in azienda”. Sono le parole che l’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro ha pronunciato in apertura del Job digital Meeting arrivato alla sesta edizione e organizzato dall'Istituto Tecnico Tecnologico “Marconi” di Rovereto, per la seconda volta in forma digitale.

L'appuntamento prevede che gli studenti e le studentesse delle nove classi quinte incontrino le aziende del territorio. Lo scopo di questo momento ha una duplice valenza: i ragazzi si avvicinano alle imprese in modo semplice e diretto e le imprese rafforzano il rapporto con la scuola.
Agli studenti l’assessore Spinelli ha augurato buona fortuna in vista della maturità in arrivo e sottolineato come una volta fuori dal percorso scolastico, sarà importante per loro “non solo acquisire concetti e valori, ma imparare a imparare per apprendere continuamente nuove competenze ed essere elastici, due aspetti che le aziende guardano con forza per poter credere in chi assumono”.
L’assessore ha sottolineato “l’importanza quindi di puntare, come fa la vostra scuola, su una formazione che non sia solo in aula, ma anche direttamente sulle macchine e i computer in azienda”.
Dopo il picco della pandemia, ha aggiunto Spinelli, le cose stanno migliorando. Rivolgendosi ancora agli studenti ha suggerito: “Sia che proseguiate negli studi all'Università, che intraprendiate un percorso di alta formazione o che troviate lavoro, credo sia importante che continuiate a coltivare, accanto allo studio teorico, l'esperienza pratica. Anche perché la tecnologia continua ad avanzare e quindi anche quando si trova lavoro, la formazione continua è indispensabile”.
Dopo aver fatto riferimento alle tante aziende presenti al Job Digital Meeting e a quelle insediate in particolare nel Polo della Meccatronica a Rovereto, ha lanciato un messaggio di speranza per il futuro dei ragazzi nel mercato del lavoro. “Noi come Provincia, ci impegniamo ad aiutarvi affinché abbiate più occasioni possibili di mettervi in gioco in questo senso, per esempio sostenendo i progetti di innovazione aperta, ovvero l’incontro tra giovani innovatori, start up e grandi aziende. Uno dei più recenti è il progetto “Scintille”, promosso da Trentino Sviluppo, una vera e propria call per innovatori e creativi, a cui hanno aderito 25 giovani talenti che poi si sono sfidati per risolvere 5 sfide proposte da altrettante grandi aziende trentine” ha concluso l’assessore annunciando altre edizioni future del progetto, proprio sul tema della meccatronica e cercando la costante collaborazione con il mondo scolastico.

Torna all'inizio