Il cuore a Trento, il cervello nel mondo: la visita alla SWS Engineering a Mattarello

La SWS Engineering SpA è importante realtà del panorama ingegneristico italiano; ha il cuore, la sede a Mattarello, ma il cervello nel mondo, con numerose importanti attività in quattro continenti. Nei giorni scorsi il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e l’assessore allo sviluppo economico ricerca e lavoro Achille Spinelli hanno visitato la sede della società.
“L’attività di questa società – questo il commento del presidente della Provincia – dimostra quale legame ci sia tra la ricerca, l’innovazione, e la messa in campo di soluzioni tecnologiche per la soluzione di problemi complessi”.
“L’alta competenza e l’esperienza maturata – aggiunge l’assessore – hanno consentito a questa società di diventare un soggetto autorevole sul piano internazionale, pur mantenendo, ulteriore elemento di valore, un solido legame con il territorio trentino”.

Fondata a Trento nel 1982, parte del Gruppo SWS che fattura oltre 40 milioni di Euro, la SWS Engineering opera nel settore dello sviluppo di infrastrutture, come ferrovie, metropolitane, autostrade, opere idrauliche, fornendo servizi specializzati di progettazione, project management e gestione dei rischi.
Oltre il 70% del suo fatturato è all’estero.
Tra personale tecnico ed amministrativo alla SWS Engineering lavorano a Mattarello circa 150 persone, con un’ età media di 35 anni.

Ricerca e sviluppo sono il motore della sua crescita.
Per quanto riguarda le grandi opere in sotterraneo ed i tunnel stradali e ferroviari, che la società è in grado di ampliare anche in presenza di traffico grazie ad accorgimenti e macchinari particolari, i tecnici della SWS Engineering stanno sviluppando modelli 3D e tecniche di simulazione avanzata applicando alle costruzioni la Tecnica Digitale che è già alla base della progettazione aerospaziale. 

Per fare un esempio di una stazione di una metropolitana, non si tratta solo di definire le geometrie in 3D ma di prevederne la valutazione dei rischi, le calcolazioni di dimensionamento, la sequenza di realizzazione, le stime economiche nonchè il programma di manutenzione e gestione, all’interno di un modello digitale completo.

Gli ingegneri della SWS non realizzano solo quello che viene definito il gemello digitale delle opere ma sono in grado di proporre veri e propri scenari virtuali ad alta definizione delle stesse infrastrutture che potranno essere utile supporto ai vari attori (progettisti, costruttori, gestori e utilizzatori) dalla fase di concept per l’intero ciclo di vita delle stesse.

Utilizza un sistema di calcolo di ultima generazione la cui configurazione attuale consta di oltre 2400 processori  di calcolo, ed è in grado di eseguire mezzo milione di  miliardi di operazioni al secondo.

Grazie allo “Smart Cross Passage”, la società riesce anche a realizzare in maniera efficiente e sicura i collegamenti tra due tunnel adiacenti. Il sistema utilizza delle piccole macchine da scavo, dette anche talpe, che vengono riposizionate di volta in volta lungo il tracciato del tunnel per eseguire i collegamenti tra le due canne principali.

Torna all'inizio