LO STATO DI DISOCCUPAZIONE

.

Lo stato di disoccupazione: come si ottiene e perché serve

La Dichiarazione di Immediata Disponibilità (di seguito DID) al lavoro consente di ottenere lo "stato di disoccupazione", cioè il riconoscimento formale della propria condizione di disoccupato/a.

Lo "stato di disoccupazione" è necessario, tra le altre cose, per usufruire dei servizi per l’inserimento nel mercato del lavoro offerti dal Centro per l'Impiego (di seguito CPI), per accedere alle forme di sostegno al reddito, per essere avvantaggiati nell’assunzione grazie agli sgravi contributivi concessi alle aziende che assumono disoccupati, ecc.

Lo stato di disoccupazione e i periodi lavorativi

A chi viene assunto a tempo determinato o indeterminato (anche con contratto di apprendistato), lo stato di disoccupazione viene sospeso fino ad un massimo di 180 giorni. Se il contratto di lavoro si risolve, per un qualsiasi motivo, prima che siano decorsi i 180 giorni, si ritorna in stato di disoccupazione e l’anzianità dello stesso ricomincia a maturare dalla fine della sospensione.

Il termine della sospensione viene accertato d’ufficio, dunque non si ha alcun onere di comunicazione nei confronti del CPI.

Se dal contratto di lavoro deriva una  retribuzione prospettica annua inferiore ai  8.145 € per i rapporti subordinati o parasubordinati (retribuzione annua imponibile ai fini IRPEF, dunque al netto dei contributi a carico del/la lavoratore/trice) e 4.800 € per i rapporti di lavoro autonomo,  il lavoratore avrà diritto alla conservazione del suo stato di disoccupazione. Laddove invece ne derivi un reddito superiore, per i primi 180 giorni si applicherà un regime di sospensione dello stato di disoccupazione con decadenza dello stesso al 181 giorno di lavoro.

Lo stato di disoccupazione e il tirocinio 

Chi svolge un tirocinio , anche se percepisce una indennità di partecipazione, può sempre rilasciare la DID in quanto non trattasi di retribuzione non essendo esso un rapporto di lavoro.

Le stesse considerazioni valgono per chi svolge un lavoro di pubblica utilità/lavoro socialmente utile.

Torna all'inizio