5.1.2g - Corsi professionalizzanti rimborsabili

In questa sezione puoi trovare informazioni riguardanti il rimborso, in tutto o in parte, della quota di iscrizione a percorsi professionalizzanti.

Nota

SI AVVISA L'UTENZA CHE FINO ALLA RIAPERTURA DEI CENTRI PER L'IMPIEGO SARA' POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA DI CONTRIBUTO PER CORSI PROFESSIONALIZZANTI (5.1.2g) ESCLUSIVAMENTE INVIANDO LA MODULISTICA IN FORMATO PDF ALL'INDIRIZZO PEC FORMAZIONE.ADL@PEC.PROVINCIA.TN.IT

PER INFORMAZIONI CHIAMARE I NUMERI 0461/496115 - 496044

 

Cos'è

E’ un contributo per la partecipazione a corsi formativi.
Il corso deve avere l’obiettivo di far acquisire al partecipante competenze e abilità operative per l’esercizio di una professione o per l’inserimento lavorativo, con contenuti di carattere prevalentemente professionalizzante, spendibili nel mercato del lavoro.

Corsi finanziabili

Il corso deve avere la durata minima di n. 40 ore pro-capite, non superiore alle 400 ore e terminare entro 8 mesi dalla data di avvio, eventuale tirocinio compreso. Sono finanziabili corsi di durata inferiore solo se finalizzati al rilascio di abilitazioni e/o patentini previsti da specifiche leggi.

Il corso può svolgersi su tutto il territorio nazionale con qualsiasi ente formativo.

Sono ammissibili:

  • - i corsi oltre alle 400 ore per il conseguimento di titoli, specializzazioni o abilitazioni formali
  • - i corsi che terminano oltre gli 8 mesi solo nel caso in cui siano ritenuti di particolare rilevanza formativa dal Nucleo di valutazione.

Requisito indispensabile per la liquidazione del contributo è la frequenza di almeno l’80% del monte ore previsto dal corso.

Corsi non finanziabili

Non sono finanziabili i seguenti corsi:

  • - corsi che si svolgono all’estero;
  • - corsi di abilitazione all’insegnamento nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
  • - corsi che, pur rientrando nel limite delle 400 ore di cui al comma 2, siano parte di percorsi di durata complessivamente superiore a detti limiti;
  • - corsi di preparazione a selezioni/concorsi presso pubbliche amministrazioni;
  • - corsi per patenti nautiche;
  • - corsi che prevedono, in tutto o in parte, l’insegnamento della lingua italiana;
  • - corsi di apprendimento di una lingua straniera;
  • - corsi per patenti di guida di categoria A e B;
  • - corsi in materia di sicurezza per Responsabile o Addetto del servizio di prevenzione e protezione (RSPP/ASPP), Coordinatore della sicurezza, Preposto, Addetto al servizio antincendio e Addetto al primo soccorso;
  • - corsi per i quali è già previsto un importo di iscrizione agevolato o un contributo pubblico.

A chi è rivolto

Il contributo è riservato a: 

  • tutti i disoccupati 
  • lavoratori in Cassa integrazione domiciliati in provincia di Trento
  • occupati con determinate caratteristiche (22 anni compiuti; ICEF non superiore a 0,50).

Come viene erogato il contributo

Il contributo viene erogato in riferimento alla durata oraria del corso nel seguente modo:

  • corsi fino a 60 ore: massimo Euro 500,00;
  • corsi da 61 a 120 ore: massimo Euro 1.000,00;
  • corsi da 121 a 180 ore: massimo Euro 1.500,00;
  • corsi da 181 a 240 ore: massimo Euro 2.000,00;
  • corsi da 241 a 300 ore: massimo Euro 2.500,00;
  • corsi da 301 ore e oltre: massimo Euro 3.000,00

.
Sono previste eccezioni a tali importi per i corsi riferiti a patenti di guida, alla carta di qualificazione del conducente (CQC), per i corsi previsti da specifiche leggi ai sensi della normativa provinciale in materia, e per i corsi in cui sono previste ore di laboratorio di cucina o officina per una durata superiore al 30% delle ore totali. 

Come si accede

1 Scegli e contatta l'ente formativo per avere tutte le informazioni sul corso di tuo interesse (programma, costo, date di inizio e fine, n. ore...).
2

Compila la modulistica per la domanda di contributo (la trovi anche nella sezione MODULISTICA di questa pagina).

  • Domanda di contributo (in marca da bollo da € 16)
  • Progetto professionale (dove si espongono le ragioni che motivano la scelta del percorso considerando la propria storia lavorativa e personale e gli obiettivi da raggiungere per gli eventuali sbocchi professionali)
  • - Curriculum Vitae (con data, firma e autorizzazione al trattamento dei dati ai sensi del Regolamento UE n. 679 del 2016)
  • - Documentazione/brochure del percorso formativo, da cui si desuma la durata e il numero di ore, il costo della quota di iscrizione/partecipazione, le date di inizio e fine corso, i contenuti del corso stesso
  • - Dichiarazione del datore di lavoro che confermi che il corso di formazione non abbia connessione con le attività lavorative, le figure professionali od i settori di attività dell’impresa.

NB: ricorda che il Centro per l’impiego potrà fornirti supporto alla compilazione.

3 Recati presso il Centro per l’impiego per presentare la domanda (clicca qui per scoprire il Centro per l'impiego più vicino a te).
Attenzione: in alcuni Centri per l’Impiego è necessario fissare prima un appuntamento.

.

Coloro che nell’anno in corso e nell’anno precedente hanno già ricevuto un contributo a valere su questo intervento o sull’intervento 5.1.2c "Corsi professionalizzanti a voucher", potranno effettuare l’adesione solo se l’importo richiesto, sommato ai precedenti, non supera i € 3.000

Il contributo è concesso dall'Agenzia del Lavoro in conformità al parere del "Nucleo di valutazione degli interventi di formazione" che ha il compito di verificare la qualità del corso assegnando a questo un punteggio secondo i criteri dallo stesso Nucleo predefiniti, con la precisazione di una soglia minima di accesso al finanziamento.

I corsi abilitanti finalizzati al rilascio di abilitazioni/patentini previsti da specifiche leggi, sono ammessi a contributo senza valutazione. 

Ritiro o rinuncia al contributo

In caso di ritiro/rinuncia si prega di:

  1. compilare il seguente modulo: Modulo di ritiro/rinuncia contributo 5.1.2g
  2. inviarlo via pec a formazione.adl@pec.provincia.tn.it allegando la scansione della carta d’identità (formato PDF).
    .

In alternativa, si può compilare il modulo di ritiro/rinuncia direttamente presso il Centro per l’impiego.

Vuoi diventare conducente di autobus e pullman?

Scopri di più in merito al contributo per diventare conducente di autobus e pullman cliccando qui.

Torna all'inizio