4.B - Progetti di formazione individuale

Contributo riconosciuto a datori di lavoro, imprenditori, lavoratori autonomi o liberi professionisti che organizzano un percorso di formazione, interno o esterno all’azienda, volto a migliorare ed elevare il livello di professionalità dei dipendenti e del management aziendale.

Cos'è?

É un contributo riconosciuto a datori di lavoro, imprenditori, lavoratori autonomi o liberi professionisti che organizzano un percorso di formazione, interno o esterno all’azienda, volto a migliorare ed elevare il livello di professionalità dei dipendenti e del management aziendale. L’intervento di formazione deve comunque essere funzionale a processi di internazionalizzazione o innovazione dell’azienda. La durata minima del corso deve essere pari a n. 120 ore di formazione da realizzarsi nell’arco temporale massimo di 8 mesi dall'atto che approva il finanziamento. Il contributo concesso per ciascun lavoratore non può superare l’importo di € 2.500,00 omnicomprensivi; non sono erogati contributi di importo inferiore a € 500,00.

A chi è rivolto?

  • Dipendenti che siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi;
  • giovani assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi o in possesso di qualifica professionale o diploma professionale;
  • titolari o soci lavoratori di imprese artigiane e/o micro e piccole imprese che siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi; coniuge, convivente, parenti entro il II grado dei medesimi, che operino come dipendenti o collaboratori familiari e siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi;
  • soci lavoratori di società cooperativa che siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi;
  • imprenditori individuali che siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi; coniuge, convivente, parenti entro il II grado dei medesimi, che operino come dipendenti o collaboratori familiari e siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi;
  • lavoratori autonomi e liberi professionisti che siano diplomati, laureati o laureandi, dottori di ricerca o dottorandi, ad esclusione della formazione che può dare luogo a crediti per la formazione obbligatoria prevista dai rispettivi Albi, Ordini e Collegi professionali.

Come si accede?

Le domande devono essere presentate attraverso la predisposta procedura informatizzata e formalizzate presentando all’Agenzia del Lavoro l’apposita modulistica. Il finanziamento dell'intervento formativo è concesso dall'Agenzia del Lavoro in conformità al parere del "Nucleo di valutazione degli interventi di formazione" che ha il compito di verificare la qualità delle proposte progettuali e la congruenza con le finalità dell’Intervento, assegnando a queste un punteggio secondo i criteri di valutazione predefiniti con la precisazione di una soglia minima di accesso al finanziamento. L’avvio dell’intervento formativo può avvenire solo dopo l’approvazione del contributo da parte dell’Agenzia del lavoro.

Accesso alla registrazione organismi.

Accesso alla procedura di presentazione dopo la registrazione. (servono codice organismo e le credenziali di accesso)

Presentazione della domanda di contributo

Successivamente alla registrazione della domanda di contributo e del progetto sul gestionale informatizzato dell'Agenzia del Lavoro, la formalizzazione della domanda avviene attraverso la presentazione all'Agenzia del Lavoro della modulistica elencata di seguito:

  • Domanda di finanziamento (modulo sottoscritto così come derivato dal gestionale informatizzato e in marca da bollo da € 16,00)
  • Dichiarazione dell'aiuto di Stato (Reg. UE 1407/2013 - de minimis oppure Reg. UE 651/2014
  • Progetto formativo (sottoscritto così come derivato dal gestionale informatizzato)
  • Scheda partecipante (come derivata dal gestionale informatizzato)
  • Preventivo unico all'Agenzia del Lavoro (sottoscritto così come derivato dal gestionale informatizzato)
  • CV docenti (sottoscritti, datati e completi dell'informativa privacy docenti)
  • Preventivi fornitori (sottoscritti dal proponente)
  • Riepilogo moduli/gruppi (sottoscritto così come derivato dal gestionale informatizzato)
  • Permesso di soggiorno in corso di validità (nel caso di cittadini extra UE)

La consegna può avvenire in modalità pec scrivendo all'indirizzo formazione.adl@pec.provincia.tn.it, di persona presso l'Ufficio Formazione e Sviluppo dell'occupazione dell'Agenzia del Lavoro o per posta ordinaria; alla domanda va sempre allegata la carta d'identità del legale rappresentante sottoscrittore.

Torna all'inizio