Lavoratori

Tu sei qui: Home Servizi lavoratori Lavorare nel settore privato Il tirocinio Tirocini formativi e di orientamento
Strumenti personali

Tirocini formativi e di orientamento

L’Agenzia del lavoro realizza, nel rispetto della normativa provinciale e degli Interventi di politica del lavoro provinciali, tirocini formativi e di orientamento per inoccupati e disoccupati allo scopo di attuare la transizione tra studio e lavoro, di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e l’inserimento lavorativo.

- Tirocini a carattere prevalentemente orientativo: regole pratiche di attuazione

Cosa sono?

Sono un'esperienza rivolta a soggetti, spesso in uscita dal sistema scolastico o formativo, che presentano inadeguata conoscenza del contesto lavorativo, necessitano di una sperimentazione pratica di quanto appreso o hanno una scarsa consapevolezza dei propri obiettivi professionali.

Chi ne può usufruire?

  • disoccupati o inoccupati iscritti in un Centro per l'impiego della provincia di Trento;
  • coloro che hanno adempiuto all'obbligo scolastico e che hanno terminato eventuali percorsi scolastici o formativi e che sono alla ricerca di lavoro.

Chi individua l'azienda?

Il soggetto interessato deve individuare un'azienda privata che abbia sede o unità operativa in Trentino, disponibile ad accoglierlo come tirocinante. Deve poi contattare il Centro per l'impiego che provvederà alla predisposizione della documentazione necessaria e all'attivazione del tirocinio.

Durata

Max 8 settimane.

Borsa di tirocinio

L'Agenzia del lavoro al termine del tirocinio eroga una borsa di studio di 70 euro settimanali.

- Tirocini di inserimento lavorativo

Cosa sono?

Sono esperienze finalizzate a favorire l'adeguamento delle capacità lavorative del soggetto al contesto produttivo e alle esigenze aziendali. Esse sono attivabili dagli operatori del Centro per l'impiego presso le aziende che facciano una richiesta di personale, quando le figure ricercate sono difficilmente reperibili sul mercato del lavoro e i candidati proposti non sono idonei.

- Tirocini presso Maestri Artigiani

Cosa sono?

Esperienze di tirocinio formativo per giovani disoccupati , della durata massima di 6 mesi, presso Maestri Artigiani, finalizzati ad acquisire nuove competenze nei settori dell'artigianato dotati di tale figura.

Per maggiori informazioni clicca qui


Contributo a favore della previdenza complementare

Cos'è?

Come noto, a seguito di una riforma complessiva del nostro sistema pensionistico, le nuove pensioni saranno via via più basse in rapporto all’ultima retribuzione percepita (il cosiddetto “tasso di sostituzione”). Per tale motivo alla previdenza obbligatoria viene affiancato un secondo sistema di tutela: la previdenza complementare.

La disciplina di riferimento della previdenza complementare è contenuta nel Decreto Legislativo 252 del 2005.

Aderire alla previdenza complementare significa accantonare regolarmente una parte dei risparmi durante la vita lavorativa per ottenere una pensione che si aggiunge a quella corrisposta dalla previdenza obbligatoria.

Alla previdenza complementare inoltre lo Stato riconosce agevolazioni fiscali di cui altre forme di risparmio non beneficiano.

Considerato che l'abbassamento della pensione sarà molto più significativo per i giovani e che la difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro con un impiego stabile allontana ulteriormente la loro possibilità di effettuare accantonamenti previdenziali, Agenzia del lavoro sostiene i giovani tirocinanti erogando un contributo a favore della contribuzione complementare.

Ammontare del contributo

Il contributo è calcolato nella misura del 33% dell'indennità di tirocinio erogata ed è versato direttamente al Fondo di previdenza complementare a cui è iscritto il tirocinante o è rimborsato al tirocinante a fronte della dimostrazione dell’avvenuto versamento al Fondo medesimo.

Chi ne può usufruire?

Possono richiedere il contributo a favore della contribuzione complementare i giovani tirocinanti di età inferiore a 36 anni al momento dell'attivazione del tirocinio, nel caso in cui l'indennità di tirocinio sia a carico di Agenzia del lavoro.

Come si accede?

Il tirocinante presenta domanda di versamento della contribuzione o di rimborso ad Agenzia del lavoro entro sei mesi dal termine del tirocinio.

Nel caso di richiesta di rimborso il pagamento avviene a fronte della dimostrazione dell’avvenuto versamento della contribuzione complementare.


Modulistica

Scarica la modulistica relativa ai tirocini di orientamento e di inserimento lavorativo.

Scarica la modulistica relativa al contributo a favore della previdenza complementare

Per conoscere come aderire ai tirocini presso Maestri Artigiani clicca qui

Contatti

Per ulteriori chiarimenti è possibile rivolgersi al proprio Centro per l'impiego.

Azioni sul documento