Lavoratori

Strumenti personali

La Valle di Non

CLES, VAL DI NON E BASSA VAL DI SOLE

La Val di Non è conosciuta in tutta Italia per le sue mele. I frutteti ricoprono ordinati i dolci declivi e si spingono su fino ai margini dei boschi, verso gli 800 metri di quota. Analoghi paesaggi si possono ammirare nella prima parte della Val di Sole, nel risalire il corso del torrente Noce, corso d’acqua che bagna letteralmente le due valli attraverso le poderose opere di irrigazione costruite negli ultimi decenni. E’ una zona monocolturale dedicata alla mele in tutte le sue varietà. Nel settore agricolo operano 1.437 aziende a titolo principale e 1.198 come attività secondaria o marginale. La produzione è significativa anche in raffronto all’intero Paese: circa 3 milioni di quintali che rappresentano il 15% sul dato nazionale.

La mela viene coltivata anche su tutto il resto del territorio trentino, in particolare nella Valle dell’Adige, nella Piana Rotaliana, nella Vallagarina, nell’ Alto Garda, in Valsugana e Valle dei Mocheni, nelle Valli Giudicarie.

Tipo di coltura: mele

Zona di produzione: Valle di Non Bassa Valle di Sole (Monclassico, Malè, Cavizzana, Terzolas, Caldes)

Periodo di raccolta: metà settembre – fine ottobre

NB: alla chiamata si deve essere immediatamente disponibili!

DOVE MANGIARE E DOVE DORMIRE:

In genere vitto e alloggio vengono messi a disposizione direttamente dalle aziende agricole sia per i lavoratori extra-provinciali che per gli stranieri o extra-comunitari; è però importante che il lavoratore garantisca la propria presenza in modo continuativo per tutta la durata del raccolto. Nelle piccole aziende, o a conduzione familiare, l'alloggio non è garantito.

Azioni sul documento