Lavoratori

Tu sei qui: Home Servizi lavoratori Normativa del rapporto di lavoro Contratti di lavoro Le prestazioni occasionali
Strumenti personali

Le prestazioni occasionali

Definizione

Le prestazioni occasionali accessorie sono attività lavorative che danno luogo nel corso dell'anno civile a compensi limitati: non superiori a 5.000 € per ciascun prestatore con riferimento alla totalità degli utilizzatori; non superiori a 5.000 € per ciascun utilizzatore con riferimento alla totalità dei prestatori; non superiori a 2.500 € per ciascun prestatore a favore del medesimo utilizzatore.

Il Libretto Famiglia

Le persone fisiche possono far ricorso a prestazioni occasionali, non nell'esercizio di attività professionale o di impresa, mediante iscrizione, anche tramite un patronato, alla piattaforma informatica INPS.

L'utilizzatore acquista attraverso la piattaforma informatica INPS o presso gli uffici postali un Libretto Famiglia per il pagamento delle prestazioni occasionali.

Sono ammesse prestazioni occasionali per:

  1. piccoli lavori domestici, giardinaggio, pulizia o manutenzione;
  2. assistenza domiciliare;
  3. insegnamento privato supplementare.

Il Libretto famiglia contiene titoli di pagamento del valore orario di 10 €.

Entro il 3 del mese successivo l'utilizzatore comunica i dati identificativi del prestatore e il compenso pattuito.

Il contratto di prestazione occasionale

L'utilizzatore, diverso dalla persona fisica che può utilizzare il Libretto Famiglia, può fare ricorso a prestazioni occasionali mediante il contratto di prestazione occasionale.

Le pubbliche amministrazioni possono far ricorso a prestazion occasionali esclsivamente per esigenze temporanee o eccezionali per specifiche categorie di soggetti ( in stato di povertà, detenzione, disabilità...) o per particolari tipologie di atticità ( lavori di emergenza correlati a calamità, attività di solidarietà, organizzazione di manifestazioni sociali).

L'utilizzatore deve trasmettere almeno un'ora prima dell'inizio della prestazione, attraverso la piattaforma informatica INPS o i servizi di contact center dell'INPS, una dichiarazione contenente: dati anagrafici del prestazione, luogo di svolgimento e oggetto della prestazioni, data di inizio e termine della prestazione, il compenso pattuito.

La misura minima oraria del compenso è pari a 9 €.

Divieti

Non possono esser acquisite prestazioni di lavoro occasionale da soggetti con i quali l'utilizzatore abbia in corso o cessato da meno di sei mesi un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa.

E' vietato il ricorso al contratto di prestazioni occasionali da parte di: utilizzatori con più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato; imprese del settore agricolo, salvo che per determinate categorie di persone, le imprese del settore edile. E' altresì vietato nell'esecuzione di appalti di opere o servizi.

Il compenso

Il compenso è erogato al prestatore direttamente da INPS il 15 del mese successivo.

Il compenso è esente da imposizione fiscale, non incide sullo stato di disoccupato ed è computabile ai fini della determinazione del reddito necessario per il rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno.

Piattaforma informatica INPS

Gli utilizzatori e i prestatori devono registrarsi, anche tramite un consulente del lavoro, sulla piattaforma informatica INPS. Per l'accesso al Libretto Famiglia la registrazione può essere fatta anche tramite patronato.

Normativa di riferimento

Art. 54 bis del D.L. 24 aprile 2017, n. 50

Azioni sul documento