Lavoratori

Tu sei qui: Home Servizi lavoratori Interventi per l'occupazione femminile Premialità per i papà in congedo parentale
Strumenti personali

Premialità per i papà in congedo parentale

Al fine di sostenere l’occupazione femminile attraverso un più equo coinvolgimento dei padri nelle attività di cura, l’Agenzia del lavoro riconosce un contributo in via straordinaria ai padri che hanno usufruito o che usufruiranno del congedo parentale nel periodo dal 01/09/2015 al 31/12/2018.

Il progetto è rivolto ai padri con figli di età fino a 12 anni che hanno fruito o fruiranno di almeno 15 giorni continuativi di congedo parentale e che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • residenti in provincia di Trento occupati con contratto di lavoro subordinato presso un datore di lavoro pubblico o privato;
  • occupati prevalentemente (almeno per il 60% del tempo lavorativo) in un’unità produttiva localizzata in provincia di Trento, anche se domiciliati e/o residenti al di fuori della provincia di Trento, con contratto di lavoro subordinato presso un datore di lavoro pubblico o privato.

Nei limiti delle risorse disponibili, il progetto riconosce un sostegno economico di € 500,00 mensili, riproporzionati a € 250,00 nel caso di fruizione tra i 15 e i 30 giorni.

Per accedere al sostegno economico la richiesta di congedo parentale deve essere pari ad almeno 15 giorni di calendario continuativi e non può in alcun caso esser riferita a richieste frazionate su base oraria.

I padri interessati, a seguito di richiesta all’INPS di un periodo di congedo parentale di almeno 15 giorni continuativi, presentano domanda all’Agenzia del lavoro.

Restano esclusi dal presente progetto i padri che per lo stesso periodo beneficiano del sostegno previsto dall’intervento 15 del Documento degli interventi di politica del lavoro, denominato “Dal lavoro a papà – Interventi per favorire il coinvolgimento dei papà nell'attività di cura”.

Il sostegno economico è erogato in unica soluzione al termine del periodo di congedo fruito e a seguito di presentazione di domanda di liquidazione da parte del padre.

Il sostegno economico è cumulabile con analoghe agevolazioni previste dalla normativa nazionale.

La domanda va presentata al Centro per l’impiego più vicino al luogo di domicilio o inviata in formato pdf, con copia della carta di identità del richiedente, via mail all’indirizzo osservatorio.adl @pec.provincia.tn.it

Azioni sul documento