Lavoratori

Tu sei qui: Home Servizi lavoratori Lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni e intervento straordinario di integrazione al reddito provinciale
Strumenti personali

Lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni e intervento straordinario di integrazione al reddito provinciale

Tutti lavoratori di aziende con sede operativa in provincia di Trento che sono sospesi attraverso gli istituti della cassa integrazione guadagni ordinaria (esclusi i lavoratori dipendenti sospesi per evento meteorologico), straordinaria, in deroga o ai sensi dell’art.19 del DL185/2008, convertito con modificazioni, dalla legge n. 2/2009, per almeno 220 ore (riproporzionate in base all’orario di lavoro per i part time), hanno diritto all’integrazione al reddito provinciale (dal 2011 non è più prevista l’integrazione per i lavoratori sospesi con contratto di solidarietà).

Per poter ottenere tale integrazione è necessario frequentare regolarmente un corso di formazione (almeno 80% delle ore complessive) per ogni semestre di riferimento. Per ottemperare all’obbligo relativo al primo semestre (1 gennaio – 30 giugno) è necessario frequentare un corso entro il 30 settembre e per ottemperare all’obbligo relativo al secondo semestre (1 luglio – 31 dicembre) è necessario frequentare un corso entro il 31 marzo dell’anno successivo. E’ ammessa la frequenza di corsi organizzati dall’Agenzia del lavoro o da altri soggetti, purché certificati da idoneo attestato di frequenza. I corsi organizzati da altri soggetti devono essere idonei a favorire la ricollocazione professionale del lavoratore, intendendo idonei anche i corsi previsti come obbligatori nell’ambito del rapporto di lavoro.

E’ previsto l’esonero dall’obbligo di formazione se nel periodo di sospensione non sono disponibili corsi per sospesi, finanziati od organizzati dall’Agenzia del lavoro, o se questi si svolgono in un luogo che dista più di 50 chilometri dalla residenza/domicilio del lavoratore o comunque sia raggiungibile mediamente in più di 80 minuti con i mezzi di trasporto pubblici, o qualora nel semestre precedente il lavoratore abbia già frequentato corsi con il medesimo contenuto e durata rispetto a quelli disponibili. Per il solo primo semestre 2011, sono esonerati dall’obbligo di formazione coloro che hanno ripreso l’attività entro il 30 giugno 2011 e coloro che al termine della sospensione maturano i requisiti pensionistici.

E’ onere del datore di lavoro comunicare all’Agenzia del lavoro, per ogni semestre, le ore di Cig fatte dai propri dipendenti che maturano il diritto all’integrazione al reddito. L’Agenzia del lavoro, previa verifica dell’assolvimento dell’obbligo di formazione, procederà poi direttamente al pagamento.

I corsi organizzati dall’Agenzia del lavoro per assolvere l’obbligo di formazione fanno parte del pacchetto Pronti a ripartire.

A tal fine ricordiamo a tutti gli interessati che a partire dal 19 settembre 2011, accanto al Percorso base, inizierà un nuovo Percorso Integrativo con le stesse caratteristiche di durata e organizzazione, dedicato a coloro che hanno già frequentato il Percorso base. A partire da ottobre poi sarà possibile frequentare anche dei Percorsi aggiuntivi, per coloro che hanno già frequentato il Percorso base e il Percorso integrativo.

Azioni sul documento