Lavoratori

Tu sei qui: Home Servizi lavoratori Sostegni al reddito sostegno per collaboratori e associati
Strumenti personali

sostegno per collaboratori e associati


Il sostegno al reddito per collaboratori e associati in partecipazione

Se sei un collaboratore a progetto o un collaboratore coordinato e continuativo della Pubblica Amministrazione del territorio provinciale o un associato in partecipazione con esclusivo apporto di manodopera, che ha perso il lavoro a causa della crisi economica, in questa sezione puoi verificare se puoi accedere al sostegno al reddito provinciale.

Requisiti generali di accesso

  • domicilio e residenza in Provincia di Trento al momento della cessazione dell’attività lavorativa
  • solo per le collaborazioni coordinate e continuative presso una Pubblica Amministrazione del territorio provinciale aver cessato l’attività lavorativa a partire dal 1 luglio 2012 per effetto di misure di contenimento della spesa pubblica
  • aver svolto l’ attività in via esclusiva o in regime di monocommittenza
  • durata dell’attività lavorativa cessata di almeno 6 mesi nei 24 precedenti la cessazione di cui 3 consecutivi nel periodo immediatamente antecedente
  • reddito derivante dall’attività cessata non inferiore ad € 600 e non superiore ad € 3.000 lordi mensili
  • non essere titolare di pensione di anzianità o vecchiaia
  • aver sottoscritto il patto di servizio

Scadenze e cose da fare

  • Entro 60 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro rivolgiti al tuo Centro per l’impiego.
  • Porta con te: un documento di identità valido, il codice fiscale, il codice IBAN, copia del contratto, note di pagamento, documentazione che comprovi i requisiti di accesso; se sei un lavoratore extracomunitario non dimenticare il permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Per le collaborazioni coordinate e continuative instaurate presso una Pubblica Amministrazione del territorio provinciale nel periodo compreso tra il 1 luglio 2012 ed il 28 febbraio 2013, la domanda va presentata entro il 30 aprile 2013. se possibile porta con te anche il mod 09 bis, in cui il tuo ex committente/associante, dichiara che il contratto non è stato confermato o rinnovato per motivi collegati alla crisi economica. Se il rapporto cessato era invece di collaborazione coordinata e continuativa presso una Pubblica Amministrazione del territorio provinciale, il modulo viene richiesto d’ufficio.
  • Qui un operatore specializzato ti iscriverà in stato di disoccupazione.
  • Dovrai quindi sottoscrivere il patto di servizio, un documento che indica l’insieme di servizi concordati con l’operatore, che ti aiuteranno a trovare una nuova occupazione. Il patto di servizio contiene sempre l’impegno a partecipare ad un corso di formazione. Ricorda che il mancato rispetto di quanto concordato nel patto di servizio, comporta la perdita dello stato di disoccupazione e del sostegno al reddito e delle eventuali indennità statali godute.
  • Verificata la presenza dei requisiti, potrai compilare la domanda di sostegno al reddito.
  • Se sei un collaboratore a progetto o coordinato e continuativo, ricordati di presentare la domanda di indennità per collaboratori coordinati e continuativi o a progetto tramite i patronati o tramite i servizi ON LINE dell’INPS.

Durata ed importo

Il sostegno è erogato mensilmente, per una durata di 180 giorni, a partire dal giorno successivo a quello in cui il contratto è cessato e ha un importo giornaliero pari ad € 20 per le prime due mensilità e per l’ultima (600 mensili);è pari ad € 6,66 giornalieri dalla terza alla quinta mensilità (200 mensili. Il rigetto da parte dell’INPS della domanda di indennità statale prevista a favore dei collaboratori a progetto e coordinati e continuativi, ti consentirà di beneficiare degli importi non erogati (€ 400 dalla terza alla quinta mensilità).

Sospensione e perdita del sostegno al reddito

L’erogazione viene sospesa in caso di nuova occupazione a tempo determinato e riprende alla conclusione dell’attività lavorativa. Clicca qui se vuoi sapere quale tipo di attività consentono la sospensione del sostegno al reddito. Puoi perdere il sostegno al reddito se perdi lo stato di disoccupazione. Clicca qui se vuoi sapere le cause di perdita dello stato di disoccupazione.

Azioni sul documento