Strumenti personali

TrACE 2 - TRaining for Activation, Capability and Empowerment 2

logo_leonardo2.jpg logo_trace2.jpg
ita.jpg
Italiano
eng.jpg
English

Progetto Partenariati Multilaterali TrACE 2013-1-IT1-LEO04-04119 1

Attivazione, Capabilità ed Empowerment. Percorsi per lo sviluppo di politiche di lifelong learning mirate all’occupazione e all’inclusione sociale

Area riservata Accedi

IL PROGETTO

Il progetto TrACE 2: TRaining for Activation, Capability and Empowerment 2 approvato nell’ambito del Lifelong Learning Programme 2007-2013 - Programma settoriale Leonardo da Vinci 2013 - Azione Partenariati Multilaterali si propone di proseguire le azioni già avviate nell’ambito dell’azione di partenariato Leonardo da Vinci TrACE: TRaining for Activation, Capability and Empowerment. In particolare TrACE aveva definito e condiviso un “Modello di riferimento” che considerava gli interventi formativi in direzione di una occupabilità duratura, una cittadinanza piena, un’attivabilità che si autogenera, una multigenesi della capacitazione”. Si tratta di rendere “fruibili” concretamente tali modelli con riferimento a due nuove aree di lavoro:

  • politiche formative del lavoro con riferimento al ciclo di vita e alle problematiche relative all’attivazione e alla riattivazione dei giovani e degli anziani;
  • potenzialità dello sviluppo di new skills for new jobs.

Tali tematiche saranno sviluppate da ogni Partner a seconda dei propri interessi ed esperienze secondo i riferimenti concettuali ed operativi dell’attivazione, della capacitazione e dell’ empowerment.

Con TrACE2 attraverso l’apprendimento e lo scambio di esperienze condivisi, si creerà un forum permanente di dialogo, confronto, reciproca conoscenza, valorizzando la metodologia della peer review, per la definizione, concertata, di piste di lavoro e di sviluppo innovative nell’ambito di processi di “adattamento” dei sistemi di politica formativa per il lavoro a quelle che sono le esigenze di una società e di sistemi produttivi in rapida trasformazione.

TrACE 2 si focalizzerà su due target su cui è già stata evidenziata più volte l’attenzione delle raccomandazioni europee in materia di lifelong learning:

  • il target dei lavoratori giovani e dei lavoratori maturi (vittime di particolari condizioni di difficoltà nel mercato del lavoro, a rischio di marginalità ed anche di esclusione lavorativa e sociale/marginalità);
  • sulla necessità che i sistemi formativi sappiano leggere, anche in chiave anticipatoria, le dinamiche delle professioni e delle professionalità per sapervisi adattare, con la massima flessibilità.

MISSION

Le motivazioni che sostengono la necessità del progetto, quale prosecuzione di precedente esperienza, sono principalmente da ricondurre a quattro evidenze che risultano emergenti nell’ambito delle realtà istituzionali interessate allo sviluppo dei propri sistemi formativi in ottica di lifelong learning:

  1. la formazione e in particolare la formazione professionale deve essere chiamata a potenziare il proprio ruolo, da fattore determinante per l’occupabilità degli individui (in un periodo di grave recessione economica per molti Paesi UE) a elemento imprescindibile per la tutela dei diritti di cittadinanza attiva (attivazione, capacitazione ed empowerment);
  2. la concertazione multiattore (partenariato) e lo scambio di buone pratiche a livello europeo possono dare allo sviluppo dei sistemi formativi un valore aggiunto assolutamente apprezzabile soprattutto con riferimento alle principali problematiche avvertite come comuni;
  3. nell’ambito delle politiche formative, la conoscenza, la valutazione comune e l’apprendimento originati da processi di benchmarking costituiscono delle potenzialità irrinunciabili;
  4. risulta opportuno che lo sviluppo di una azione di apprendimento in rete che ha generato delle piattaforme di sviluppo condivise ma generali possano essere proseguiti, verso traguardi più puntuali ed anche apprezzabilmente operativi.

Partendo quindi:

  • da dei meta obiettivi di attivazione, capacitazione ed empowerment dei lavoratori e dei cittadini;
  • da un modello di riferimento condiviso e già sottoposto a diffusione a più livelli (modello TrACE),

risulta opportuno che obiettivi e strumenti vengano “sintonizzati” con riferimento a quelle che il partenariato ma anche le strategie europee considerano le aree di lavoro più sfidanti, soprattutto in questa fase di crisi perdurante di carattere sia economico ma anche e soprattutto occupazionale.

I focus dell’attenzione di TrACE 2 risultano quindi i seguenti:

  • analizzare attraverso quali stumenti possano evolvere i sistemi di lifelong learning, in modo che i lavoratori e le persone possano arricchire lo sviluppo dei loro tragitti professionali e personali con opportuno accompagnamento nell’apprendimento formale, non formale e informale. Tali apprendimenti devono risultare non solo favoriti ed incentivati, ma anche individuati e valorizzati, soprattutto se si considerano le fasi più delicate del ciclo di vita delle professioni e dei cittadini: la fase iniziale (primo approccio al mondo del lavoro da parte dei giovani) e la fase finale (approccio al lavoro dei lavoratori e dei cittadini più maturi o anziani);
  • analizzare quali siano i fattori che incidono sui sistemi di lifelong learning al fine di essere anticipatori (rispetto all’evoluzione delle professionalità in un futuro prossimo ma anche più distante) ed essere quindi in grado di prevedere ma anche di adattarsi in termini di contenuti, di approcci, di metodologie e di strumenti. Questo al fine di costituire le condizioni per poter beneficiare di un capitale umano quale fattore di effettiva competitività e dei cittadini pienamente inclusi e progressivamente motore di coesione sociale.

PARTNERSHIP

Agenzia del Lavoro della Provincia autonoma di Trento - coordinatore

Proteus NI Ltd – Northern Ireland (UK)

District Labour Office in Swietochlowice - Polonia (PL)

MINISTERO DELLO SVILUPPO REGIONALE- Polonia (Partner silente)

Direcçao Regional de Qualificaçao Profissional (PT)

ESF – Agentschap Vlaanderen (BE)

MEETING DI PARTENARIATO

Primo incontro di partenariato di TrACE 2: Trento (IT), 27-28 novembre 2013

Secondo incontro di partenariato di TrACE 2: Katowice (PL), 20-21 marzo 2014

Terzo incontro di partenariato di TrACE 2: Bruges (BE), 23-24 giugno 2014

Quarto incontro di partenariato di TrACE 2: Lugano (CH), 23-24 ottobre 2014

Quinto incontro di partenariato di TrACE 2: Belfast (UK), 12 maggio 2015

Sesto incontro di partenariato di TrACE 2: Madeira (PT), 23-24 giugno 2015

RAPPORTO FINALE DI PEER-REVIEW

Rapporto finale di Peer-review

Final Peer-review Report

Questo progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. L’autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Azioni sul documento