Tu sei qui: Home Politiche del lavoro a finanziamento europeo Interventi a finanziamento europeo SEN - Network FSE sull'imprenditorialità sociale
Strumenti personali

SEN - Network FSE sull'imprenditorialità sociale

ESF SOCIAL ENTREPRENEURSHIP NETWORK

sen_logo.png EUlogo.png

L’Agenzia del Lavoro della Provincia autonoma di Trento ha partecipato in qualità di Partner al Network transnazionale “SEN” sull’Imprenditorialità Sociale (VP/2012/005) che ha coinvolto in meeting transnazionali 9 Partner europei (Autorità di Gestione ed Organismi Intermedi FSE) provenienti da: Italia, Belgio-Fiandre, Svezia, Repubblica Ceca, Cipro, Grecia, Regno Unito, Finlandia. Il Ministero Polacco per le infrastrutture regionali è stato Partner capofila del Progetto SEN.

Hanno inoltre partecipato attivamente alle attività del network organizzazioni di categoria e rappresentanti dell’economia sociale dei Paesi coinvolti, in qualità di Partner associati. Le attività progettuali sono iniziate a settembre 2013 e terminate a febbraio 2015.

IL PROGETTO

Il progetto “SEN” è stato finanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE). I principali obiettivi del progetto sono stati: - il miglioramento, la creazione e la definizione di politiche per le imprese sociali attraverso la metodologia della Peer-Review; - la comprensione delle potenzialità e dei limiti delle politiche sviluppate nell’ambito dell’imprenditorialità sociale in una prospettiva di multi-level governance; - il miglioramento, la creazione e la definizione di politiche per le imprese sociali attraverso la condivisione di pratiche ed esperienze; - il miglioramento dell’efficacia nell’utilizzo dei Fondi Strutturali (per la programmazione 2014-2020) attraverso la conoscenza di pratiche transnazionali nell’ambito dell’imprenditorialità sociale.

ATTIVITA’

Il progetto è iniziato con un warm-up meeting (Varsavia – PL, 15-16 aprile 2013) per lo sviluppo metodologico e l’identificazione delle migliori pratiche sviluppate nei Paesi partner in tema di imprenditorialità sociale. Sono stati quindi identificati dei cluster tematici per facilitare lo scambio e l’analisi comparata delle singole esperienze maturate. Le attività del progetto si sono strutturate in cinque cicli di peer-review che hanno analizzato rispettivamente i cinque cluster tematici.

Nello specifico:

1^ meeting di Peer-Review :

Public Sector Capacity

Strategic Partnership, Governance and Co-ordination

Trento (IT) 12-13 settembre 2013

(Clicca qui per visionare la scheda della buona pratica “Intervento 18” presentato dall’Agenzia del Lavoro di Trento ai Partner di progetto)

2^ meeting di Peer-Review :

Identity and visibility

Malmoe (S) 4-5 dicembre 2013

3^ meeting di Peer-Review :

Support Infrastructure

Varsavia (PL) 10-11 aprile 2013

4^ meeting di Peer-Review :

Growth and Development

Glasgow (UK) 16-17 giugno 2013

5^ meeting di Peer-Review :

Financial Ecosystem

Nicosia (CY) 6-8 ottobre 2014

RISULTATI

I risultati delle azioni di partenariato hanno prodotto:

  1. raccomandazioni sulle modalità di utilizzo dei Fondi Strutturali per assicurare un supporto strategico e completo alle imprese sociali. Tali raccomandazioni sono state indirizzate oltre che alle Autorità di Gestione e agli Organismi Intermedi del Fondo Sociale Europeo anche ai referenti istituzionali che operano nell’ambito dell’economia sociale;
  2. indicazioni di trasferibilità delle buone pratiche sviluppate nei vari Stati Europei per il supporto strategico alle imprese sociali in diversi ambiti economici, sociali e culturali. Tali buone pratiche hanno incluso strumenti di co-progettazione, modalità di coinvolgimento degli stakeholder, formazione e coaching, progetti di micro-finance, finanziamento pubblico, misurazione del valore sociale aggiunto e franchising sociale.

I risultati del progetto sono stati presentati in occasione della Conferenza Finale SEN che si è tenuta a Bruxelles il 28 gennaio 2015.

Clicca qui per visionare il report finale di progetto SEN

Clicca qui per visitare il sito ufficiale del progetto SEN


L’autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione europea declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

Azioni sul documento