Aziende

Tu sei qui: Home Servizi aziende Apprendistato Tirocini presso Maestri Artigiani
Strumenti personali

Tirocini presso Maestri Artigiani

Cosa sono?

Esperienze di tirocinio formativo per giovani disoccupati , della durata massima di 6 mesi, presso Maestri Artigiani, finalizzati ad acquisire nuove competenze nei settori dell'artigianato dotati di tale figura.

Per l'attivazione del tirocinio è necessario definire con l'assistenza di Agenzia del lavoro un progetto formativo.

A chi sono rivolti

I tirocini sono rivolti ai giovani tra i 16 e i 35 anni compiuti, disoccupati, iscritti ad un Centro per l'Impiego in provincia di Trento con diversi livelli di competenze professionali.

Sono attivati pressi i Maestri Artigiani che abbiano conseguito il titolo ai sensi dell’art. 13 della legge provinciale 1 agosto 2002, n. 11, titolo che coniuga la presenza di competenze tecnico-professionali e di trasmissione del mestiere tali da garantire un esperienza di tirocinio di particolare qualità.

Come si accede?

Per il giovane:

Il Maestro Artigiano può procedere autonomamente alla ricerca del tirocinante, oppure avvalersi dell'assistenza di Agenzia del Lavoro. In tal caso le opportunità di tirocinio presso i Maestri Artigiani sono pubblicate nella Bacheca delle opportunità di lavoro di Agenzia del Lavoro.

Il giovane interessato può candidarsi secondo le modalità indicate nell’annuncio pubblicato nella Bacheca delle opportunità.

I candidati selezionati verranno successivamente convocati per un colloquio di selezione con il Maestro Artigiano.

Per il Maestro Artigiano:

Il Maestro Artigiano può aderire inviando il modulo di disponibilità all'indirizzo formazione.adl@pec.provincia.tn.it, allegando copia di documento valido di identità.

Professioni per le quali può essere attivato il tirocinio

Estetista, Acconciatore, Sarto, Falegname arredatore, Falegname serramentista, Lattoniere, Carpentiere in ferro, Termoidraulico, Autoriparatore, Posatore in ceramica, Posatore in pietra, Posatore in legno, Odontotecnico, Panificatore, Pasticcere, Pittore edile, Elettricista, Carrozziere.

Contributi e bonus occupazionale

Al Maestro Artigiano che ospita il tirocinante, è riconosciuto un contributo economico massimo di Euro 70,00 settimanali (1.820,00 € per 6 mesi) per l’attività di formazione erogata al tirocinante.

In caso di assunzione del tirocinante effettuata entro il 31.12.2017 dal Maestro Artigiano o da altro datore di lavoro entro 6 mesi dal termine del tirocinio, l’Agenzia del Lavoro può riconoscere un contributo pari ad € 1.500,00 per l’assunzione a tempo determinato di minimo 12 mesi e pari ad € 3.000,00 per l’assunzione con contratto di apprendistato. Nel caso di assunzione a tempo indeterminato, il datore di lavoro può chiedere il contributo di cui all’Intervento 5 a pag. 46 del Documento degli interventi di politica del lavoro 2015-2018.

Per quando riguarda le condizioni, le modalità e i termini per l’accesso e l’erogazione del contributo all’assunzione, si rimanda a quanto previsto dall’Intervento 5 del Documento degli interventi di politica del lavoro 2015-2018 e dalle relative disposizioni attuative.

Gli oneri per la copertura dei costi di attivazione, relativi alla borsa di tirocinio e alle assicurazioni INAIL e R.C.T del tirocinante, sono coperti da Agenzia del lavoro.

Al giovane è erogata una borsa di tirocinio a carico di Agenzia del lavoro di 70,00 € settimanali.

Modulistica

Modulo di adesione all'intervento 21.D "Tirocini presso Maestri Artigiani"

Domanda di contributo per l'attività formativa erogata dal Maestro Artigiano nell'ambito dell'intervento 21.D "Tirocini presso Maestri Artigiani"

Domanda di contributo per l'assunzione di tirocinanti provenienti dall'intervento 21.D "Tirocini presso Maestri Artigiani"

Dichiarazione de minimis - la dichiarazione è comune per entrambe le domande di contributo;

Contatti

Per maggiori informazioni contatta l'Ufficio formazione e sviluppo dell'occupazione dell'Agenzia del lavoro chiamando il numero verde

Azioni sul documento