Aziende

Tu sei qui: Home Servizi aziende I patti generazionali stipulati prima del 2 novembre 2015
Strumenti personali

I patti generazionali stipulati prima del 2 novembre 2015

Disciplina dell'intervento provinciale per gli accordi sindacali stipulati prima del 2 novembre 2015

Cosa sono?

La Staffetta generazionale o patto generazionale è un accordo sindacale che prevede la riduzione dell'orario di lavoro del lavoratore vicino alla pensione, a fronte dell’assunzione di giovani con contratto di apprendistato o a tempo indeterminato, al fine di favorire l’occupazione giovanile, accompagnare i lavoratori anziani verso la pensione, garantendo un passaggio di conoscenze ed esperienze tra generazioni.

Il contributo provinciale

L’Agenzia del Lavoro sostiene i lavoratori coinvolti dalla riduzione dell’orario di lavoro in applicazione di contratti di solidarietà espansivi o di patti generazionali, partecipando alla copertura della perdita contributiva e retributiva conseguente alla riduzione dell’orario di lavoro, fino ad un massimo di 7.000,00 € annui per lavoratore.

La durata massima del trattamento è di 36 mesi.

Le nuove assunzioni devo essere effettuate contestualmente alla trasformazione a part time ed in ogni caso non oltre 45 giorni.

Il lavoratore può optare tra le seguenti modalità di erogazione del contributo:

  1. il contributo può essere erogato a cadenza periodica posticipata al lavoratore che deve provvedere al versamento all’INPS della contribuzione volontaria;
  2. il contributo può essere versato direttamente dall’Agenzia del Lavoro all’Inps a titolo di contribuzione volontaria;
  3. il contributo può essere versato direttamente al Fondo di previdenza complementare a cui il lavoratore risulti iscritto.

L’attivazione della modalità di versamento diretto da parte dell’Agenzia al Fondo di previdenza complementare è subordinata alla sottoscrizione di apposito accordo con i rispettivi Enti gestori. Al momento è in vigore un accordo con Laborfonds.

Il sostegno è riconosciuto solo se viene garantito il saldo occupazionale positivo per 36 mesi: almeno un’ora di incremento occupazionale nel rapporto tra la riduzione oraria e l’orario di lavoro del neoassunto.

A chi è rivolto?

Il contributo è erogato ai lavoratori subordinati ultracinquantenni occupati con un contratto di lavoro di tipo privatistico, che accettano riduzioni dell’orario di lavoro in applicazione di accordi sindacali e che raggiungano i requisiti minimi per il pensionamento nei 36 mesi successivi alla data di presentazione della domanda di contributo, ma non prima di 12 mesi dalla stessa data.

Il contributo è erogato a condizine che contestualmente siano assunti a tempo indeterminato lavoratori con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Come si accede?

Per conoscere gli effetti della riduzione dell'orario di lavoro sul diritto alla pensione, il lavoratore ha la possibilità di delegare Agenzia del Lavoro a raccogliere presso l'INPS le informazioni relative alla situazione contributiva, all'individuazione della data di decorrenza del pensionamento, alla quantificazione dell'importo della contribuzione volontaria.

Il lavoratore che, sulla base delle informazioni raccolte presso INPS, decide di accettare la riduzione dell'orario di lavoro deve presentare la domanda di contributo all’Agenzia del Lavoro, allegando copia dell'accordo sindacale. La domanda di contributo deve essere presentata entro 12 mesi prima del raggiungimento dei requisiti per il pensionamento.

Il datore di lavoro, a seguito della riduzione dell'orario di lavoro e delle contestuali nuove assunzioni, deve dichiarare all'Agenzia del Lavoro il nominativo e l'orario di lavoro del/i nuovo/i assonto/i.

Vantaggi per l'azienda

  1. agevolazioni contributive e fiscali in caso di assunzione di apprendisti;
  1. mantenimento di altri incentivi all'assunzione;
  2. riduzione dell'aliquota IRAP di 0.70 punti percentuali. Per maggiori informazioni in materia di Irap, vedi l'art. 1 della legge provinciale n. 1 del 22 aprile 2014 e l'art. 15, comma 3 lett. c), della legge provinciale n. 14 del 30 dicembre 2014.

Normativa

Modulistica

Scarica la modulistica per attivare il contributo previsto a favore del lavoratore che accetta la riduzione dell'orario di lavoro:

Contatti

Per maggiori informazioni contattaci chiamando il numero verde

Azioni sul documento