Agenzia

Tu sei qui: Home Agenzia del lavoro Osservatorio mercato del lavoro Pubblicazioni ad hoc (2000-2004)
Strumenti personali

Pubblicazioni tematiche

Pubblicazioni tematiche

Pubblicazioni tematiche dell'Ufficio studi delle politiche e del mercato del lavoro

Bollettini redatti annualmente e ciclicamente, contestualizzati a ricerche particolari, tese ad approfondire aspetti e caratteristiche, soprattutto di tipo qualitativo, riferiti sia all'offerta che alla domanda di lavoro


  • Bollettino "I costi percepiti della maternità. Una ricerca nella provincia di Trento". (Marzo 2017)

(scarica la versione pdf 208 kb)

La pubblicazione, realizzata tra il 2015 e il 2016, espone i risultati di un’indagine sui costi percepiti dai datori di lavoro in relazione all’evento maternità. L’indagine coinvolge 18 organizzazioni del settore terziario e 19 organizzazioni del settore secondario, tutte operanti in provincia di Trento. La ricerca approfondisce le dimensioni percettive dei datori sul tema dei costi, le differenti modalità di gestione dell’evento maternità e le principali problematiche affrontate delle aziende durante il periodo di astensione delle lavoratrici. Dalle interviste emerge un quadro articolato di posizioni e si colgono differenze di approccio anche significative tra i due settori di attività. La gestione della maternità importa un affaticamento organizzativo per tutti i datori, ma la ricerca mette in evidenza il valore di un comportamento manageriale attivo orientato alla corretta gestione delle dinamiche riorganizzative. "

  • Bollettino "Le astensioni dal lavoro delle donne nel periodo maternità e puerperio". (Agosto 2016)

(scarica la versione pdf 329 kb)

Nel triennio 2010/2012, in provincia di Trento, circa il 10% delle lavoratrici ha abbandonato il lavoro a causa della maternità, cioè nell’intervallo tra la gravidanza e il primo anno di vita del bambino, prolungato poi a tre anni (dal luglio del 2012). Data l’entità del fenomeno, in un contesto particolarmente segnato dalla crisi economica, la domanda che sorge spontanea è quali sono state le motivazioni che hanno portato queste donne alla decisione di lasciare il lavoro? L’attuale ricerca, attraverso un’analisi quantitativa e qualitativa dei dati rilevati attraverso questionari, si propone di focalizzare le caratteristiche e le criticità del fenomeno, ricostruendo oltre che le cause dell’abbandono, alcuni aspetti essenziali ad esse legati come: l'identikit delle madri dimissionarie, le loro priorità, le mansioni e le peculiarità organizzative delle occupazioni abbandonate, i percorsi successivi alla data delle dimissioni, il peso dell’asimmetrica distribuzione dei carichi di cura tra i generi e l’incidenza delle politiche di conciliazione."

  • Esiti occupazionali degli usciti dalla Formazione professionale in provincia di Trento - anno formativo 2012/2013 (Maggio 2016)

(scarica la versione pdf 583 kb)

La pubblicazione propone i risultati dell’indagine che ogni anno l’Osservatorio del mercato del lavoro effettua per verificare il grado di inserimento nel mercato dei giovani in uscita dai vari percorsi della formazione professionale in provincia di Trento. La presente edizione si riferisce alle interviste svolte, dopo 18 mesi, nei confronti di chi ha ottenuto una qualifica o un diploma della formazione professionale nel giugno 2013. I dati commentati e riassunti in forma tabellare riguardano essenzialmente i parametri che permettono di valutare gli esiti lavorativi degli intervistati, accanto ad altri indicatori che evidenziano più in generale le scelte effettuate dai ragazzi dopo aver ottenuto il titolo.

In appendice è disponibile il questionario somministrato, con le risposte disaggregate per indirizzo formativo e per sesso.

  • Diplomati delle superiori. Scelte di studio e di lavoro della leva 2008/2009 (Aprile 2016)

(scarica la versione pdf 425 kb)

La ricerca presenta le risultanze della specifica indagine che l’Osservatorio del mercato del lavoro svolge a cadenza triennale verso i diplomati delle superiori in uscita dagli Istituti della provincia di Trento. Per la presente edizione dell’indagine il questionario, somministrato a tutti gli usciti del 2009, vuole cogliere prioritariamente il quadro relativo alla condizione professionale degli intervistati dopo 42 mesi dal diploma (a dicembre 2012). Oltre agli esiti più specificamente occupazionali, le domande poste ai ragazzi hanno inteso verificare le scelte post diploma per chi non è entrato subito nel mercato del lavoro. In particolare si è verificata la propensione al proseguimento universitario, trattando separatamente dagli altri chi al momento dell’intervista fosse già in possesso di un titolo accademico. Questo aggregato è stato oggetto di una specifica analisi per non confonderlo con il target principale dell’indagine, che rimane l’insieme di chi possiede il solo titolo di diploma. Il questionario somministrato, allegato al bollettino, presenta tutte le risposte in forma aggregata.

  • I Rapporti biennali della legge 125/91 sull’occupazione nelle medio grandi della provincia di Trento periodo 2012/2013 (Agosto 2015)

(scarica la versione pdf 423 kb)

L’art.9 della Legge 125/1991 e s.m. obbliga le aziende con oltre 100 dipendenti a inviare alla Consigliera di parità, con cadenza biennale, un rapporto sulla situazione del personale dipendente con l’obiettivo di monitorare le eventuali situazioni di disparità tra maschi e femmine. In questa pubblicazione si presentano i risultati relativi al biennio 2012/2013. Partendo dalla fotografia dell’occupazione al 31 dicembre 2013 viene analizzata la distribuzione dell’occupazione per genere tra i settori e comparti d’attività e per qualifica professionale. La dimensione del cambiamento è stata esaminata guardando al flusso occupazionale in entrata e uscita nel biennio di riferimento e attraverso un’analisi di tipo longitudinale che mette a confronto i dati forniti dalle aziende che hanno partecipato all’indagine, in due periodi successivi di rilevazione.

  • Esiti occupazionali degli usciti dalla Formazione professionale in provincia di Trento - anno formativo 2011/2012 (Maggio 2015)

    (scarica la versione pdf 578 kb)

Il bollettino riporta le risultanze dell’indagine che annualmente l’Osservatorio del mercato del lavoro svolge nei confronti dei ragazzi che concludono il loro percorso formativo nell’ambito del sistema della Formazione professionale di base in provincia di Trento. La pubblicazione propone i dati raccolti nel corso dell’indagine, che quest’anno ha coinvolto i qualificati e diplomati nella formazione professionale, usciti nell’anno 2012. Distintamente per i due aggregati, vengono presentati gli esiti occupazionali a 18 mesi dal conseguimento del titolo, confrontati con i medesimi indicatori delle due leve precedenti. In allegato alla pubblicazione viene proposto il questionario somministrato ai ragazzi, con le risposte aggregate, suddivise per percorso di studio.

  • I Rapporti biennali della legge 125/91 sull’occupazione nelle medio grandi della provincia di Trento periodo 2008/2009 e 2010/2011 (Giugno 2014)

(scarica la versione pdf 828 kb)

L’art.9 della Legge 125/1991 e s.m. obbliga le aziende con oltre 100 dipendenti a inviare alla Consigliera di parità, con cadenza biennale, un rapporto sulla situazione del personale dipendente con l’obiettivo di monitorare le eventuali situazioni di disparità tra maschi e femmine. In questa pubblicazione si presentano i risultati relativi a due biennalità: 2008/2009 e 2010/2011. Partendo dalla fotografia dell’occupazione al 31 dicembre 2009 e 31 dicembre 2011 viene analizzata la distribuzione dell’occupazione per genere tra i settori e comparti d’attività e per qualifica professionale. La dimensione del cambiamento è stata esaminata guardando al flusso occupazionale in entrata e uscita in ogni biennio e attraverso un’analisi di tipo longitudinale che per ciascuna biennalità mette a confronto le indicazioni delle aziende che hanno partecipato all’indagine in due periodi successivi di rilevazione.

  • Esiti occupazionali degli usciti dalla Formazione professionale in provincia di Trento - anno formativo 2010/2011 (Maggio 2014)

    (scarica la versione pdf 537 kb)

La pubblicazione presenta i dati raccolti nel corso dell’indagine 2012 rivolta ai giovani che si sono qualificati o diplomati nell’ambito del sistema della formazione professionale di base in provincia di Trento nell’anno 2011. Per fornire il massimo livello di dettaglio possibile, i dati sono presentati, oltre che per sesso, anche per tipo di titolo conseguito, confrontando quindi i risultati occupazionali dei qualificati e dei diplomati della formazione professionale. Per l’aggregato dei qualificati si è mantenuto il confronto con i risultati emersi dalle due indagini precedenti. Alla fine della pubblicazione viene presentato il testo del questionario con le risposte in forma aggregata.

  • Esiti occupazionali degli usciti dalla Formazione professionale in provincia di Trento - anno formativo 2009/2010 (Aprile 2013)

    (scarica la versione pdf 499 kb)

A cadenza annuale, l’Osservatorio del mercato del lavoro compie un’indagine rivolta a verificare gli esiti occupazionali dei giovani che hanno frequentato il sistema della formazione professionale di base in provincia di Trento. La pubblicazione che viene di seguito resa disponibile in formato elettronico presenta i dati raccolti nell’edizione 2011 dell’indagine, che ha coinvolto gli usciti nell’anno formativo 2009/2010. Per la prima volta si presentano i dati suddivisi tra qualificati e diplomati della formazione professionale, per dare conto del diverso percorso seguito, che prevede – rispettivamente – tre o quattro anni di frequenza. Per l’aggregato dei qualificati si è mantenuto il confronto con i risultati emersi dalle due indagini precedenti. Alla fine della pubblicazione è presente il testo del questionario con le risposte in forma aggregata.

L’attuale ricerca pone al centro dell’attenzione le donne che nel periodo tra il 2007 ed il 2009 hanno abbandonato il lavoro nel periodo della maternità e puerperio, vale a dire nel lasso di tempo tra gravidanza e primo anno di vita del bambino. Alla luce di un dato che vede all’incirca una neomamma su dieci dimettersi dal posto di lavoro, la ricerca si propone di analizzare la dimensione e le principali cause dell’abbandono, ma anche i percorsi successivi fino al settembre dell’anno seguente alla data delle dimissioni. Quante donne sono rientrate al lavoro e quante invece sono rimaste nell’area dell’inattività? Quante le occupate e quante invece all’atto dell’intervista risultavano ancora disoccupate? Per le donne che si sono rioccupate, come si caratterizza il nuovo lavoro in termini di conciliazione ma anche per stabilità, prospettive e qualità della mansione rispetto a quello da cui hanno dato le dimissioni? Sono alcune delle domande cui si è cercato di dare risposta nel presente lavoro.

Il sistema della formazione professionale di base in Trentino rappresenta una risorsa importante per i giovani che intendono intraprendere un percorso professionalizzante, alternativo a quello dell’istruzione superiore. L’Osservatorio del mercato del lavoro dedica a questo segmento di studenti un monitoraggio annuale, rivolto a verificarne i risultati professionali nonché gli eventuali percorsi formativi intrapresi nel periodo successivo alla qualifica. La presente pubblicazione presenta i dati raccolti con l’indagine 2011, che ha coinvolto i qualificati usciti nell’anno 2009, ponendoli a confronto con gli esiti delle due leve precedenti. Come di consueto, in appendice è riportato il questionario integrale somministrato agli intervistati.

La pubblicazione presenta i risultati dell’indagine che l’Osservatorio del mercato del lavoro svolge a cadenza triennale nei confronti dei diplomati della scuola media superiore in provincia di Trento, al fine di verificarne gli esiti occupazionali e non trascorsi 42 mesi dal conseguimento del titolo di studio. La pubblicazione che si riferisce alla leva 2005/2006, intercetta i giovani che si sono diplomati a giugno 2006 (intervistati a dicembre 2009). I dati sono distinti per indirizzo di studio, sebbene siano disponibili anche per specifici istituti scolastici e vengono comparati agli esiti dell’indagine precedente. Elemento di novità per questa leva è la presentazione di un’analisi che oltre a guardare al dato complessivo indaga lo spaccato dei diplomati al netto di coloro che nei tre anni mezzo intercorsi tra il conseguimento del diploma e l’intervista, hanno dichiarato di aver già conseguito la laurea breve. I percorsi dei laureati brevi sono anch’essi oggetto di uno specifico approfondimento. In appendice vengono esposti i dati complessivi relativi alle singole domande del questionario somministrato agli intervistati.

Il presente Bollettino aggiorna il monitoraggio annuale che l’Osservatorio del mercato del lavoro effettua sugli esiti occupazionali dei ragazzi in uscita dal percorso della formazione professionale di base in provincia di Trento. La leva interessata dall’indagine è quella del 2007/08, che interessa i giovani qualificati nel giugno 2008, intervistati a dicembre 2009. Considerando che questi ragazzi si sono affacciati sul mercato del lavoro in pieno periodo di crisi, la pubblicazione pone l’accento sulle differenti opportunità occupazionali che hanno caratterizzato questa leva rispetto alle precedenti. Come di consueto, i dati vengono presentati suddivisi per percorso formativo (macrosettore), sesso e confrontati con le risultanze delle precedenti due indagini. Il questionario somministrato agli intervistati è presentato in appendice, assieme alle risposte aggregate dei ragazzi, sempre per singolo macrosettore.

  • I Rapporti biennali della legge 125/91 sull’occupazione nelle medio grandi della provincia di Trento periodo 2006/2007 (Febbraio 2011)

(scarica la versione pdf 7.96 mb)

L’analisi, effettuata a cadenza biennale, in ottemperanza al disposto dell’art. 9 della legge 125/91 e s.m. si pone l’obiettivo di monitorare le eventuali situazioni di disparità tra maschi e femmine. Nella prima parte del volume sono analizzati lo status occupazionale per genere e i flussi in termini di entrate ed uscite avvenuti dentro le aziende tra il 2006 e il 2007. Nella seconda parte della pubblicazione sono riportate per la prima volta le testimonianze raccolte su base volontaria di alcune medio grandi aziende trentine che, particolarmente sensibili ai temi delle pari opportunità, hanno inviato il loro contributo.

Con la presente pubblicazione viene proposto l’aggiornamento alla leva 2006/07 dell’indagine, condotta annualmente dall’Osservatorio del mercato del lavoro, che coinvolge i ragazzi in uscita dal triennio della formazione professionale. Nello specifico, viene presentata la condizione professionale a dicembre 2008 dei ragazzi che hanno ottenuto la qualifica nell’anno 2007. Viene dato particolare rilievo allo stato occupazionale anche attraverso l’analisi dei giudizi diretti espressi dai ragazzi. Per la componente ancora dedita agli studi sono previsti quesiti specifici relativi al proseguimento scolastico/formativo. Come di consueto i risultati sono presentati suddivisi per percorso e per sesso, nonché confrontati con quelli delle due leve precedenti. In appendice viene proposto il testo del questionario somministrato agli intervistati, con le risposte presentate in forma aggregata.

Come ogni anno, l'Osservatorio del mercato del lavoro pubblica i risultati di una specifica indagine rivolta alla totalità dei qualificati della formazione professionale di base in provincia di Trento. Il bollettino presenta gli esisti occupazionali, a 18 mesi dal conseguimento del titolo di qualifica professionale, dei ragazzi che hanno concluso il triennio formativo nel corso dell'anno 2006. I dati sono suddivisi per percorso formativo e confrontati con gli esiti rilevati nelle due indagini precedenti e quest'anno viene data specifica evidenza dei risultati conseguiti dalla componente straniera, che nella Formazione Professionale riveste un peso particolarmente importante. In appendice viene riportato il questionario sottoposto agli intervistati, con le risposte presentate in forma aggregata.

A sei anni dalla precedente analisi sulle collaborazioni coordinate e continuative in ambito locale, l’Osservatorio del mercato del lavoro dell’Agenzia presenta gli esiti di una nuova indagine su “Le collaborazioni in provincia di Trento”. L’indagine è stata realizzata nella seconda parte dell’anno 2007 contattando un campione di 537 soggetti, individuati tra i 4.295 nuovi iscritti alla Gestione separata dell’INPS nel corso del 2003. La ricerca si articola in due parti. Nella prima parte viene presentato il profilo medio del collaboratore. Nella seconda il fenomeno delle collaborazioni viene analizzato dando conto delle caratteristiche che distinguono un approccio alle collaborazioni solo accessorio, o temporaneo e occasionale, dalle collaborazioni svolte a titolo principale ed esclusivo. Nel contesto dell’indagine attuale, trova anche riscontro la verifica dei diversi orientamenti alle collaborazioni in riferimento alla natura pubblica o privata del committente.

In queste pagine sono raccolti i risultati di un'indagine, curata dallo scrivente Osservatorio, sul fenomeno delle donne che abbandonano il lavoro in seguito alla maternità o entro un anno dalla nascita del proprio figlio. Sono state contattate tutte le donne che risultavano iscritte nell'apposito archivio del Servizio Lavoro nell'anno 2005. Obiettivo prioritario della presente ricerca è quello di cogliere le ragioni alla base della decisione di lasciare l'attività lavorativa. Per meglio comprendere il quadro all'interno del quale è maturata questa decisione, si è chiesta anche una valutazione da parte delle stesse intervistate delle caratteristiche dell'occupazione lasciata in termini di condizioni di lavoro, ma anche di relazioni interpersonali con i colleghi e con la parte datoriale. Il questionario, successivamente, affronta anche la situazione occupazionale delle donne al momento dell'intervista, proponendosi di focalizzare le caratteristiche dell'occupazione conseguita o le eventuali condizioni poste per approdare ad una nuova occupazione.

Il presente bollettino raccoglie i risultati dell’indagine che l’Osservatorio del mercato del lavoro svolge a cadenza triennale nei confronti dei diplomati della scuola media superiore in provincia di Trento, al fine di verificare gli esiti occupazionali e non a 42 mesi dal conseguimento del titolo di studio. La pubblicazione si riferisce ai diplomati del giugno 2003. I dati sono distinti per indirizzo di studio e vengono presentati assieme agli esiti delle due precedenti indagini al fine di permettere un opportuno confronto temporale. In appendice vengono esposti i dati complessivi relativi alle singole domande del questionario somministrato agli intervistati.

Come ogni anno, l'Osservatorio del mercato del lavoro pubblica i risultati di una specifica indagine rivolta alla totalità dei qualificati della formazione professionale di base in provincia di Trento. Il bollettino presenta gli esisti occupazionali, a 18 mesi dal conseguimento del titolo di qualifica professionale, dei ragazzi che hanno concluso il triennio formativo nel corso dell'anno 2005. Come di consueto, i dati sono suddivisi per percorso formativo e confrontati con gli esiti rilevati nelle due indagini precedenti. In appendice viene riportato il questionario sottoposto agli intervistati, con le risposte presentate in forma aggregata.

Il presente bollettino raccoglie i risultati dell’indagine che l’Osservatorio del mercato del lavoro svolge annualmente nei confronti dei qualificati nel percorso della Formazione professionale di base al fine di verificarne gli esiti occupazionali a 18 mesi dal conseguimento del titolo di qualifica. La pubblicazione si riferisce ai qualificati dell’anno 2004. I dati sono distinti per macrosettore formativo e vengono presentati assieme agli esiti ricavati dalle due precedenti indagini al fine di permettere un opportuno confronto temporale. In appendice vengono esposti i dati complessivi relativi alle singole domande del questionario somministrato agli intervistati.


Quest'indagine dà conto degli esiti occupazionali dei qualificati nel percorso della formazione professionale nell'anno 2002/03, trascorsi 18 mesi dal conseguimento del titolo. I dati sono disponibili sia in forma aggregata che per macrosettore formativo e vengono presentati confrontando gli attuali risultati con gli esiti delle due leve precedenti dei qualificati.


Il presente bollettino aggiorna le indagini ricorrenti sull’inserimento occupazionale e le modalità della transizione al lavoro dei qualificati del sistema provinciale di formazione professionale e dei diplomati della scuola secondaria superiore. Per entrambe le tipologie di soggetti l’intervista fa riferimento alla condizione professionale e, non dichiarata nel mese di dicembre 2003. La verifica sulle modalità della transizione al lavoro per i giovani dei CFP è effettuata procedendo a ritroso nel tempo per un anno e mezzo (anno scolastico 2002/2003), e per i diplomati della scuola superiore il periodo di tempo monitorato è più lungo, pari a tre anni e mezzo (anno scolastico 1999/2000). I dati sono disponibili sia in forma aggregata che per macrosettore formativo e per indirizzo vengono presentati confrontando gli attuali risultati con gli esiti delle due leve precedenti dei qualificati.


  • Donne e lavoro in provincia di Trento - Il quadro generale e i risultati dell'indagine attivita ai sensi della legge 125/91 per il biennio 2000/2001 (Gennaio 2005)

    (scarica la versione pdf 1.198 kb)

La ricerca fornisce i dati occupazionali, il profilo evolutivo della presenza femminile nel mercato del lavoro locale, con una particolare attenzione alle trasformazioni e ai cambiamenti avvenuti negli ultimi vent’anni. Inoltre propone un ragionamento sulle condizioni complessive della segregazione occupazionale a carico della componente femminile, colta in chiave comparativa e temporale. Una seconda sezione è dedicata alle caratteristiche dell’occupazione femminile nelle sole grandi aziende del Trentino. Quest'indagine coinvolge, ogni due anni, le aziende con più di cento dipendenti al fine di fare il punto sul rapporto tra occupazione maschile e femminile all’interno delle aziende stesse (art. 9 legge 10/04/1991, n. 125).


In occasione del ventennale della legge provinciale n. 19 del 1983, si è svolto a Trento il Convegno dal titolo "1983-2003 - La politica locale del lavoro in provincia di Trento compie vent'anni". Gli atti riportano gli interventi proposti nel corso della giornata: le relazioni del Presidente della Giunta Provinciale Lorenzo Dellai e dell'Assessore al Lavoro Remo Andreolli e quella del Presidente dell'Agenzia del lavoro Pietro Antonio Varesi che ha ripercorso le tappe fondamentali dell'esperienza dell'Agenzia e di Isabella Speziali che ha analizzato l'evoluzione del mercato del lavoro nel corso di questi vent'anni. Sono riportati anche gli interventi di alcuni protagonisti della nascita dell'Agenzia del lavoro, con i quali è stata data testimonianza delle ragioni che hanno portato all'emanazione della legge.


Quest'indagine dà conto degli esiti occupazionali dei qualificati nel percorso della formazione professionale nell'anno 2000/01, trascorsi 18 mesi dal conseguimento del titolo. I dati sono disponibili sia in forma aggregata che per macrosettore formativo e vengono presentati confrontando gli attuali risultati con gli esiti delle due leve precedenti dei qualificati.


Quest'indagine dà conto degli esiti occupazionali dei qualificati nel percorso della formazione professionale degli anni formativi 1998/99 e 1999/00 e aggiorna il monitoraggio fornito con regolarità annuale. Propone inoltre gli esiti dell'indagine triennale sull'inserimento lavorativo dei giovani diplomati. La leva dell'anno scolastico 1996/97, l'intervista di verifica viene effettuata a tre anni e mezzo dal conseguimento del titolo di studio.


Quest'indagine effettua un monitoraggio quanti-qualitativo sul fenomeno delle collaborazioni coordinate e continuative nella provincia di Trento, e individua le caratteristiche dei collaboratori puri, distinguendole dai collaboratori estemporanei o soltanto formali. La ricerca dà anche conto delle caratteristiche dei committenti e individua motivazioni, aspettative e peculiarità dei datori di lavoro che fanno ricorso alle collaborazioni.


Nel 1997 sono usciti i primi qualificati dal nuovo percorso triennale di studi, reso obbligatorio con la riforma strutturale del sistema formativo trentino. Quest'indagine aggiorna il monitoraggio annuale sugli esiti occupazionali dei qualificati nel percorso della formazione professionale relativamente agli anni 1996/97 e 1997/98. Per quanto possibile confronta i risultati con i qualificati biennali del 1995/96. A seguito della riforma, nell'anno formativo 1996/97 non vi sono stati qualificati.

Azioni sul documento