Agenzia

Tu sei qui: Home Agenzia del lavoro Normativa old - DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO Regolamenti DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013. - INTERVENTO N 13
Strumenti personali

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013. - INTERVENTO N 13

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011-2013

TIPOLOGIA DI ATTIVITA’ C) INTERVENTI DI SOSTEGNO ALL’OCCUPAZIONE FEMMINILE

INTERVENTO N. 13: PROGETTI DI INSERIMENTO OCCUPAZIONALE PER GIOVANI DONNE IN POSSESSO DI TITOLI DI STUDIO DEBOLI

DISPOSIZIONI ATTUATIVE REGOLAMENTARI

Approvate dal Consiglio di Amministrazione con deliberazione n. 42 di data 1 luglio 2015

Art. 1 Requisiti di ammissibilità del progetto

  1. Per assolvere alle “Finalità” del progetto, i “Contenuti” possono prevedere la realizzazione del solo punto “concessione di contributi per ogni assunzione con contratto a tempo indeterminato (€ . 3.000 il primo anno e €. 5.000 il secondo anno) o a tempo determinato per almeno 24 mesi (€. 4.000)”.

Art. 2 Definizione dei Soggetti richiedenti

  1. Si dà atto che i datori di lavoro possono essere richiedenti dei punti “attivazione di corsi di formazione anche individuali per la riqualificazione e l’aggiornamento professionale delle competenze delle disoccupate” e “concessione di contributi per ogni assunzione con contratto a tempo indeterminato (€. 3.000 il primo anno e €. 5.000 il secondo anno) o a tempo determinato per almeno 24 mesi (€. 4.000)”.
  2. Si dà atto che le destinatarie possono essere richiedenti dei punti “iniziative di orientamento e di sostegno consulenziale a supporto della costruzione di un progetto professionale”, “attivazione di tirocini a carattere orientativo di cui alla tipologia 1D1a) per disoccupate che hanno partecipato a corsi di orientamento” “attivazione di tirocini a carattere formativo di cui alla tipologia 1D1b) per disoccupate con precedenti esperienze lavorative che hanno partecipato a corsi di orientamento”.

Art. 3 Requisiti del Datore di lavoro

  1. Il datore di lavoro che applichi ai propri dipendenti contratti di lavoro diversi (di natura privatistica o pubblica) potrà accedere ai contributi solo per l’assunzione di lavoratrici soggette ad un contratto di lavoro di natura privatistica.

Art. 4 Requisiti delle Destinatarie

  1. Il requisito della residenza in provincia di Trento deve essere presente al momento della presentazione della domanda.
  2. Per “età fino ai 35 anni” si intende 35 anni compiuti cioè entro il compimento dei 36 anni.

Art. 5 Definizione di titolo di studio debole

  1. Il “titolo di studio debole rispetto alle opportunità offerte dal mercato del lavoro locale” è individuato con riferimento al ciclo triennale e quadriennale della formazione professionale e al ciclo della scuola secondaria superiore e ai percorsi universitari relativi al conseguimento di un diploma di laurea.
  2. Per l’individuazione del titolo di studio debole nel ciclo triennale e quadriennale della formazione professionale il riferimento è all’indagine più aggiornata sugli esiti occupazionali dei qualificati in provincia di Trento che è condotta annualmente dall’Osservatorio dell’Agenzia del lavoro analizzando un periodo di transizione di 18 mesi.
  3. Per l’individuazione del titolo di studio debole nel ciclo della scuola secondaria superiore il riferimento è all’indagine più aggiornata sugli esiti occupazionali dei diplomati in provincia di Trento che è condotta a cadenza triennale dall’Osservatorio dell’Agenzia del lavoro analizzando un periodo di transizione di 42 mesi.
  4. Per l’individuazione del titolo di studio debole in riferimento al diploma di laurea si fa riferimento all’indagine più aggiornata sugli esiti occupazionali dei laureati condotta dal Consorzio Almalaurea. Per i diplomi di laurea offerti dall’Ateneo di Trento il grado di debolezza sarà individuato comparando gli esiti occupazionali del Consorzio Almalaurea riferito solo all’Ateneo di Trento; per i diplomi di laurea che non sono offerti dall’Ateneo di Trento la comparazione farà riferimento agli esiti occupazionali complessivi del Consorzio Almalaurea.
  5. La caratteristica di titolo di studio debole è determinata in riferimento al tasso di difficoltà dell’inserimento lavorativo individuato: per “area” (o per “macrosettore” se non è individuata una sottospecifica di “area”) del ciclo triennale e quadriennale della formazione professionale; per “indirizzo” del vigente ordinamento della scuola secondaria superiore. L’appartenenza del titolo di studio alla relativa “area/macrosettore” o “indirizzo” è determinata dalle tabelle 1 e 2 riportate in allegato; per "gruppo disciplinare" in riferimento all'università.
  6. Il tasso di difficoltà nell’inserimento lavorativo è calcolato sui soggetti che nell’arco di tempo considerato sono stati almeno 7 mesi in condizione di forza lavoro e non hanno conseguito un titolo di studio di livello superiore. La caratteristica di titolo di studio debole per i laureati è determinata con riferimento al tasso di disoccupazione Istat a 1 anno dalla laurea.
  7. Il calcolo del tasso per ogni “area” o “macrosettore” o “indirizzo” deriva dalla media del seguente rapporto: per ciascuno soggetto la sommatoria dei mesi alla ricerca di lavoro + in occupazione non coerente sul totale dei mesi in condizione di forza lavoro.
  8. Il giudizio debole/non debole per ciascuna "area/macrosettore", "indirizzo" o "gruppo disciplinare" è costruito dal confronto con la media dell’indicatore complessivo rispettivamente della formazione professionale, della scuola secondaria superiore e dell’università con riferimento in quest’ultimo caso all’Ateneo di Trento o al complesso degli Atenei in ragione dell’offerta formativa presente sul territorio.

Art. 6 Durata del progetto

  1. La durata massima del progetto è stabilita in 2 anni dalla data di comunicazione dell’approvazione del progetto.

Art. 7 Quota di finanziamento per “tirocini a carattere orientativo” e “tirocini a carattere formativo”

  1. Alle disoccupate che frequentano un tirocinio a carattere orientativo di cui alla tipologia 1D1a)” o un “tirocinio a carattere formativo di cui alla tipologia 1D1b)” sono riconosciute la borsa di tirocinio e la copertura INAIL e R.C.T. previste nel medesimo intervento.

Art. 8 Quota di finanziamento per “corsi di formazione anche individuali per la riqualificazione e l’aggiornamento professionale delle competenze delle disoccupate"

  1. Si dà atto che il contributo a finanziamento dei “corsi di formazione anche individuali per la riqualificazione e l’aggiornamento professionale delle competenze delle disoccupate” verrà concesso ai sensi del Regolamento Ue n. 1407/2013.
  2. I contributi per le attività formative previste nel progetto saranno erogati secondo le modalità dell’intervento 3.7 “Interventi formativi individuali di inserimento su domanda aziendale” e 3.8 “Interventi formativi collettivi di inserimento su domanda aziendale” del Documento degli interventi di Politica del lavoro 2011-2013.

Azioni sul documento