Agenzia

Tu sei qui: Home Agenzia del lavoro Centro aiuto Domande frequenti Gli apprendisti sono tenuti a frequentare i corsi di formazione organizzati anche fuori dal proprio orario di lavoro?Anche in caso di apprendistato part-time?
Strumenti personali

Gli apprendisti sono tenuti a frequentare i corsi di formazione organizzati anche fuori dal proprio orario di lavoro?Anche in caso di apprendistato part-time?

« Back to Table of Contents

Sì. Gli apprendisti sono tenuti a frequentare i corsi di formazione obbligatori anche al di fuori dal proprio orario di lavoro.

Infatti, per la natura del contratto stesso che si definisce a causa mista (aspetto lavorativo e aspetto formativo) in caso di adesione all’offerta formativa pubblica è necessario attenersi alle esigenze organizzative degli Enti Formativi i quali, pur avendo orari solitamente in linea con gli orari di lavoro maggiormente osservati, non riescono tuttavia a collimare con la totalità degli orari di lavoro degli apprendisti.

Anche nel caso dell’apprendistato part-time gli apprendisti sono tenuti a frequentare i corsi obbligatori di formazione al di fuori del loro orario di lavoro.

Il rapporto a tempo parziale (part-time) è compatibile con il contratto di apprendistato qualora la peculiare applicazione dell’orario non sia di ostacolo al raggiungimento delle finalità formative tipiche di tale contratto.

Pertanto, come stabilito dalla circolare Ministeriale n. 46/2001 del 30 Aprile 2001, occorre valutare caso per caso se la durata della prestazione lavorativa sia tale da garantire il conseguimento della qualificazione professionale e il soddisfacimento dell’esigenza formativa. Si ritiene che rapporti di lavoro a tempo parziale non inferiori a 20 ore settimanali possano garantire il raggiungimento delle finalità formative, ferma restando la non possibilità di riproporzionare sulla base dell’orario di lavoro svolto, il percorso formativo.

A tale orientamento riconduce anche la risposta data dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Direzione Generale per l’Attività Ispettiva ad un’istanza di Interpello avanzata da Confartigianato Imprese Associazione Artigiani della Provincia di Cuneo in merito alla disciplina dell’apprendistato part-time che specifica, inoltre, che le 120 ore previste dall’art.16 della L. n. 196/97 rappresentano la soglia minima di attività formativa da svolgere all’interno del rapporto di apprendistato e che, anche in conformità al principio di non discriminazione tra lavoro part-time e lavoro a tempo pieno, espresso nel secondo comma dell’art. 4 del D.Lgs. n. 61/2000, il periodo di attività formativa non possa essere riproporzionato in relazione al ridotto orario di lavoro.